IL PREMIO RALLY AUTOMOBILE CLUB LUCCA LANCIA LA “VOLATA”

Tre appuntamenti al termine ed una manciata di punti ad alimentare le aspettative di una nutrita schiera di pretendenti al titolo. Il Premio Rally Automobile Club Lucca ha ufficializzato – a conclusione del Rally di Casciana Terme – una situazione di classifica che sta confermando il proprio blasone, quello di una serie che, nelle sue quindici edizioni, ha messo al primo posto i contenuti.

A comandare la classifica piloti ben due protagonisti del panorama rallistico regionale, con Alessandro Bravi in recupero grazie alla partecipazione al Rally di Casciana Terme ed alla conseguente prima posizione conquistata in classe N2 al volante della Peugeot 106. Un primato “in condivisione” con Emanuele Danesi, assente sulle strade della provincia di Pisa ma salito alla ribalta delle cronache sportive visto l’utilizzo della nuova Ford Fiesta Rally 4, esemplare con il quale ha imbastito la programmazione 2020. Ad un solo punto di ritardo, quindi con ampie prospettive di vittoria, la “first lady” della Zona 6 Luciana Bandini, con la sua Renault Clio Williams classificata terza tra le vetture 2000 di Gruppo A sull’asfalto di Casciana Terme.

Situazione simile, quindi di assoluta incertezza, anche per quanto riguarda la classifica “navigatori” con Alessio Pellegrini solo al comando ma con sole quattro lunghezze di vantaggio su ben due inseguitori “appaiati” nel tentativo di prendersi la leadership: Cinzia Maddaleni, copilota di Alessandro Bravi e Andrea Sarti, codriver compartecipe della programmazione sportiva di Emanuele Danesi, assente a Casciana Terme.

Il Rally di Casciana Terme ha garantito ai partecipanti iscritti alla serie promossa da Aci Lucca la possibilità di conquistare punti fondamentali nel momento decisivo della stagione, particolare confermato dal recupero di Cinzia Maddaleni, concreta nello sfruttare pienamente il forfait del leader Alessio Pellegrini.

Le classifiche femminili vedono, al momento, Luciana Bandini primeggiare tra i piloti e Cinzia Maddaleni tra i navigatori mentre, tra i protagonisti del confronto “Under 25”, a sorridere sono ancora Christopher Lucchesi e Tania Bernardi, rispettivamente “primattori” nel confronto piloti e copiloti. Il Premio Rally Automobile Club Lucca attende i suoi protagonisti agli ultimi tre appuntamenti in programma, il Trofeo Maremma del 25 ottobre, il Rally Day di Pomarance ed il gran finale, come ogni anno in programma sulle strade del Ciocchetto Event, a conclusione della stagione sportiva nazionale.

La 1000 Miglia torna a Lucca

Il conto alla rovescia ormai è iniziato: l’appuntamento con la 1000 Miglia è fissato per sabato 24 ottobre. La corsa più bella del mondo torna a Lucca. Un evento che, a differenza del passaggio del 2018, dovrà quest’anno tenere conto delle normative vigenti in materia di contenimento del contagio da Covid-19, ma che assicurerà a tutti gli appassionati momenti di grande emozione e la solita, attesa, bellezza delle centinaia di macchine d’epoca che coloreranno il territorio della provincia di Lucca.

«La volontà – commentano i vertici di Aci Lucca, il presidente Luca Gelli e il direttore Luca Sangiorgio – è quella di offrire alla città e ai partecipanti della 1000 Miglia un momento di festa. Lucca accoglierà come sempre al meglio gli equipaggi che sfileranno in tutta la provincia, con un momento di particolare rilevanza previsto per il pomeriggio del sabato. A Lucca, infatti, sosterà il Ferrari Tribute, la storica sfilata di Cavallini Rampanti che anticipa la 1000 Miglia. Sarà una vera e propria sfilata, un’occasione immersiva dove ammirare la bellezza dello stile e del design italiano, amato, riconosciuto e apprezzato in tutto il mondo. Anche quest’anno organizzeremo per loro il pranzo nei bellissimi chiostri del Real Collegio e  grazie alla collaborazione e alla professionalità de Il Cuore, la gastronomia simbolo di Lucca, che proporrà ai partecipanti del Ferrari Tribute un ristoro con i prodotti tipici locali. Una collaborazione che ci rende molto orgogliosi, perché nella valorizzazione del territorio vogliamo sempre porre l’accento sulle eccellenze che abbiamo e che vogliamo far conoscere il più possibile».

LA 1000 MIGLIA. Le 400 auto della Freccia Rossa entreranno nel territorio lucchese da Altopascio, attraverseranno Montecarlo, Porcari, Capannori ed entreranno nel centro storico da Porta Elisa. La corsa percorrerà, poi, via Elisa, via del Fosso e salirà sulle Mura Urbane dalla rampa del Baluardo San Regolo. Scenderà all’altezza del Caffè del Mura e attraverserà via Vittorio Veneto, piazza Napoleone (dove saranno effettuati i controlli a timbro e orario), via Beccheria, piazza San Michele, via Calderia e piazza San Salvatore per dirigersi verso piazza Anfiteatro, passando per via Cesare Battisti, via San Giorgio e via Fillungo. Dall’Anfiteatro passerà infine in piazza San Frediano in direzione piazza Santa Maria per uscire dal centro storico e dirigersi verso la Versilia. La corsa proseguirà poi attraversando i comuni di Massarosa, Camaiore, Viareggio, Pietrasanta e Forte dei Marmi.

La prima auto della 1000 Miglia è attesa per le 16.50 e l’ultima passerà intorno alle 19.50.

Ad anticipare le 400 storiche, saranno le 80 Ferrari del Ferrari Tribute. A partire dalle 14.45 e fino alle 16.45 circa, il lungo corteo di auto sosterà sulle Mura nei pressi del Real Collegio, dove i partecipanti avranno la possibilità di consumare il pranzo offerto da Aci Lucca e Il Cuore Gastronomia.

Ecco nel dettaglio le vie che saranno attraversate dalla 1000 Miglia:

Altopascio: via Romana, piazza Umberto I, via Cavour, piazza della Magione, piazza Bettino Ricasoli (controllo timbro), via San Jacopo, viale Europa, via Mammianese Sud, via Mammianese Nord, via di Montecarlo, via del Marginone;

Montecarlo: via del Marginone, via della Contea, via Roma, via Nuova, SP31 via di Montecarlo, SP3 via Romana Est;

Porcari: SP 3 via Romana Est, via Roma, via del Centenario, SP23 strada Romana;

Capannori: SP23 strada Romana, via Romana, via del Popolo, via Cardinale Alfredo Pacini, via dei Colombini, via don Aldo Mei, piazza Aldo Moro, via Martini Lunatesi, via del Casalino, SR435 via Pesciatina;

Lucca: SR435 via Pesciatina, viale Castruccio Castracani, porta Elisa, via Elisa, via del Fosso, rampa Baluardo San Regolo, via delle Mura Urbane, Baluardo San Donato (prove cronometrate), Antico Caffè delle Mura, via Vittorio Veneto, piazza Napoleone (controllo timbro e controllo orario), via Beccheria, piazza San Michele, via Calderia, piazza San Salvatore, via Cesare Battisti, via San Giorgio, via Fillungo, piazza degli Scalpellini, piazza dell’Anfiteatro, via dell’Anfiteatro, via Fillungo, piazza San Frediano, via della Cavallerizza, piazza Santa Maria, porta Santa Maria, via Barsanti e Matteucci, via Galileo Galilei, SP1 strada Lucca Camaiore, SP1 ponte sul fiume Serchio, SP24 via di Sant’Alessio, SR439 via Sarzanese;

Massarosa: SR439 via Sarzanese, SP5 via di Montramito;

Viareggio: SP5 via di Montramito, viale Mario Tobino, largo Mario Monicelli, cavalcaferrovia Giuseppe Lombardi, piazza Santa Maria, via Regia, via Rosolino Pilo, piazza Garibaldi, piazza Massimo D’Azelio, viale Daniele Manin, piazza Giuseppe Mazzini, viale Guglielmo Marconi, piazza Maria Luisa, piazza Raffaello Brizzi (controllo orario e controllo timbro), viale Alfredo Belluomini, ponte sul fosse dell’Abate;

Camaiore: ponte sul fosse dell’Abate, viale Cristoforo Colombo, viale Sergio Bernardini;

Pietrasanta viale Roma;

Forte dei Marmi: viale della Repubblica, viale Italico.

Premiazioni “lucchesi” per la Coppa Italia Rally 6^ zona

Sono prevalentemente lucchesi (12 su 19) i piloti e i navigatori che martedì 29 settembre sono stati premiati per la Coppa Italia Rally 6^ Zona Toscana – Umbria.

La cerimonia si è svolta nei locali dell’Aci Lucca, in via Catalani, 59 e, nonostante le restrizioni imposte dalle misure di contenimento anti-Covid 19, ha significato tanto, sia per l’ente che per i premiati.

«Su 19 riconoscimenti, 12 restano a Lucca, vanno cioè a piloti e a navigatori licenziati Aci Lucca – commenta il fiduciario sportivo Aci Lucca, Massimiliano Bosi, che ha consegnato i premi insieme a Luca Rustici, fiduciario regionale per Aci Sport e a Luca Sangiorgio, direttore Aci Lucca –. Una conferma che la nostra è una terra di motori, di appassionati, di velocisti. Una terra che forma piloti e navigatori competenti a tutti i livelli e in tutte le classi. Per Aci Lucca è ovviamente un orgoglio e una soddisfazione vedere un bacino di atleti motoristici così ricco. Una famiglia che anno dopo anno si amplia e si rinforza, grazie al nostro impegno, ma soprattutto grazie alla passione che viene messa in ogni gara, ogni competizione, ogni evento».

Ecco, dunque, il dettaglio delle premiazioni. Il primo premio assoluto per la classe R5 è andato a Fabio Pinelli, seguito al secondo posto dalla coppia Luca Pierotti e Manuela Milli, entrambi lucchesi.  Terzo posto per un altro lucchese, Pierluigi Della Maggiora.

Ancora due trofei che restano in casa: quello per la classe N1 assegnato ad Augusto Favero e Nicola Perrone, già vincitori anche del 14° Premio Rally Automobile Club Lucca per la stessa classe, e quello per la classe N2 che va Giulia Serafini, vincitrice anche del premio per la classe femminile, e ad Andrea Matteucci.

Sono, invece, Leonardo Santoni e Umberto Butelli i vincitori della classe N3 e i lucchesi Enzo Oliani e Mirko Piazzini per la classe A0. Diviso tra Lucca e Pisa, invece, il primo posto per la Super 1600 assegnato a Gianni Lazzeri e Massimo Cesaretti. E ancora: vince la R2B Lorenzo Nesti, mentre Claudio Fanucchi si aggiudica la prima posizione per la R3C. Gradino più alto del podio per l’Under 25, infine, per Matteo Ciolli. Il premio dedicato alle scuderie è stato assegnato al Jolly Racing Team.

Aperte le iscrizioni per il corso di prima licenza per conduttori di rally

Iscrizioni aperte per il corso di prima licenza per conduttori di rally, organizzato da Aci Lucca. L’appuntamento è giovedì 24 settembre, alle 21, nella sede di ACI di Castelnuovo di Garfagnana (via Leopoldo Nobili, 1).

Il corso, tenuto dal Fiduciario Sportivo Aci Lucca, Massimiliano Bosi, e realizzato grazie alla collaborazione del responsabile dell’ufficio di Castelnuovo, Simone Aquilini, sarà organizzato in modo da rispettare tutte le disposizioni necessarie per garantire la sicurezza dei partecipanti che, in ogni caso, sono invitati a indossare le mascherine e a mantenere le giuste distanze.

La partecipazione al corso è gratuita. Per le iscrizioni ed eventuali ulteriori informazioni: soci@lucca.aci.it; www.lucca.aci.it; Pagina Facebook: Aci Lucca. 

IL PREMIO RALLY ACI LUCCA ENTRA NELLA FASE DECISIVA

E’ atteso alla sua fase decisiva, il Premio Rally Automobile Club Lucca. La serie promossa dall’istituzione automobilistica lucchese, espressione di un impegno che – da quindici edizioni – viene vissuto al fianco dei praticanti del motorsport, è pronta a confermare l’elevata competitività del palcoscenico rallistico regionale. Programmazione che, dopo il Rally Il Ciocco e Valle del Serchio del 22 agosto, ha delineato una situazione di classifica che vede – a due settimane dal Rally di Casciana Terme – Emanuele Danesi al comando tra i piloti. Una leadership, quella del pilota pistoiese, concretizzata grazie al primato di classe conquistato al volante della Ford Fiesta Rally 4 sulle strade di Mediavalle e Garfagnana, con Enzo Oliani – anch’egli primatista nella versione valida per la Coppa Rally di Zona su Fiat Seicento – in seconda posizione distanziato da sole quattro lunghezze. In terza posizione, a sette punti dal vertice, Luca Padovani. Sul sedile sinistro della Peugeot 106, il pilota ha centrato il successo nella classe N2 regolando, nella classifica provvisoria, la leadership del confronto femminile Luciana Bandini. Per la pilota lucchese, protagonista nel contesto valido per il Campionato Italiano Rally, la presenza sulle strade del “Ciocco” su Renault Clio Williams è valsa il primato di classe A7 ed una sola lunghezza di ritardo dalla terza piazza. Una condizione che, in vista della seconda metà della programmazione, alimenta ambiziose prospettive da podio.

Tra i copiloti, a primeggiare è Alessio Pellegrini. Quattro, i punti di vantaggio del copilota – impegnato al “Ciocco Tricolore” sul sedile destro della Citroen Saxo e secondo classificato di classe N2 – sul primo inseguitore Andrea Sarti, compartecipe della performance valsa ad Emanuele Danesi la vittoria nella “R2B”. A seguire, in terza piazza, Mirko Piazzini. Per il copilota di Enzo Oliani, la partecipazione al contesto regionale è valso un podio che – seppur provvisorio – lo inserisce di diritto tra gli accreditati alla vittoria finale.

Tra gli Under 25, prosegue il proprio ambizioso percorso Christopher Lucchesi, protagonista nel contesto “tricolore” su Peugeot 208, quarto classificato in una classe R2B ricca di quei contenuti garantiti dal confronto valido per il Campionato Italiano Rally Due Ruote Motrici. Tra i copiloti, il primato Under 25 spetta a Tania Bernardi, costretta alla resa sulle strade del Ciocco affrontate su Suzuki Swift ma ancora leader. Nella classifica femminile, ad affiancare Luciana Bandini – leader tra i piloti – è  Cinzia Maddaleni, codriver primatista nel confronto “rosa”  grazie al successo conquistato nella classe N2, su Peugeot 106. Una condizione che la pone al comando pur con quattro sole lunghezze di vantaggio sull’inseguitrice Manuela Milli.

LENCI E BOSI COPPIA INEDITA – E TUTTA ACI LUCCA – AL RALLY DEL CIOCCO

Mauro Lenci e Massimiliano Bosi: coppia inedita al Ciocco targata Aci Lucca. Lenci, delegato Aci Lucca per lo Sport, e Bosi, fiduciario sportivo Aci Lucca, correranno a bordo di una Skoda Fabia R5 per il team Munaretto sul non facile tracciato del 43° Rally del Ciocco. Una soddisfazione per Aci Lucca e soprattutto un’occasione per testare, da protagonisti, l’organizzazione sportiva delle gara di casa.

«Partecipare al Ciocco – commenta infatti Lenci – è l’occasione per osservare dall’interno cosa succede durante la gara. Sfrutteremo questo momento per valutare con attenzione tutti gli aspetti tecnici della manifestazione e capire se ci sono delle migliorie da apportare,  in particolare sotto il profilo della sicurezza».

Lenci è alla sua seconda corsa a bordo della Skoda, già testata al Coppa Città di Lucca, e al suo esordio in coppia con Bosi: «È una macchina che ancora non conosco benissimo e, naturalmente, ci vuole sempre un po’ di tempo per prendere confidenza col mezzo. L’obiettivo, comunque, resta quello di fare una bella gara e segnare tempi interessanti. La compagnia di Massimiliano è fondamentale: sono contento che si sia fatto convincere a partecipare. È una persona in gamba, un ottimo istruttore e sono certo che mi guiderà al meglio».

Il navigatore Bosi rilancia: «È una grande emozione correre accanto a Mauro. Da giovane appassionato di rally seguivo i suoi successi di pilota già affermato e potevo solo sognare un momento così. Spero di riuscire a dargli la tranquillità che serve per una gara così complessa e impegnativa».

Bosi definisce Lenci un gentleman driver: «Non ha bisogno di vincere, perché i suoi successi li ha già ottenuti. Quello che importa è chiudere la gara con una prestazione soddisfacente per tutti».

55ª COPPA CITTÀ DI LUCCA E 3ª COPPA VILLE LUCCHESI: GLI ALLORI PER MICHELINI E MORI

La gara “moderna”, valida per la Coppa Rally di VI zona (CRZ) e la “storica”, primo atto del Trofeo Rally di terza Zona (TRZ) hanno proposto sfide di alto contenuto tecnico, rispettando quindi la tradizione dei rallies lucchesi.

L’evento era “a porte chiuse”, non essendo previsto il pubblico lungo le Prove Speciali, e gli appassionati hanno rispettato le norme impartite, potendo seguire la gara via tv e “social”.

Lucca, 18 luglio 2020 Terminate nella serata odierna le sfide della 55ª Coppa Città di Lucca e della 3ª Coppa Ville lucchesi riservata alle auto storiche, organizzata da Automobile Club Lucca, con la collaborazione di MaremmaCorse 2.0 ed il supporto tecnico di Lucca Corse.

Era un parterre decisamente di lusso, quello dei 108 partenti che aveva fatto pensare, alla vigilia ad un confronto sulle strade lucchesi assai acceso e ricco di spunti tecnici ed una volta accesi i motori le aspettative non sono state tradite. Come non ha tradito le attese Rudy Michelini che ha conquistato, in coppia con Michele Perna, la decima vittoria nella gara per lui di casa. Decimo alloro, la classica “prima stella” acquisita al volante della VolksWagen Polo R5 che guidava per la terza volta e per la terza volta l’ha portata al successo. Mentre nella parte “historic” il successo, in maniera sicura, è andato a Giovanni Mori e Giacomo Ciucci, con la BMW M3, per un successo pieno dei colori lucchesi nella competizione “di casa”.

Tirata e spettacolare la gara “moderna”. Michelini ha sfruttato le strade amiche della lucchesia per fare allenamento anche in vista dell’imminente avvio del Campionato Italiano a Roma, la settimana prossima e migliori sensazioni non poteva averle. Partito al comando, pur cercando in primis di riprendere le sensazioni alla guida, ha comunque guardato al successo, ovviamente anche lavorando in ottica tricolore. A metà gara aveva già 11”8 su Luca Pierotti ed Emanuela Milli, al loro debutto con una vettura gemella, e sotto la bandiera a scacchi ha tirato la riga con 31” netti sui rivali.  

Autore di una gara maiuscola, sempre con Michelini nel mirino, Pierotti si è meritato il posto d’onore, non ha mai allentato infatti la presa, è stato costantemente l’unico a mettere i pensieri al vincitore, andando a iniziare il Trofeo Rally Toscano così come avevano terminato il 2019: Campioni in carica, hanno preso perciò i punti pieni, in quanto per la classifica in questo caso non si tiene conto dei piloti “prioritari”, come infatti lo è Michelini.

Nell’attico della classifica si è sempre presentato in modo deciso anche lo spezzino Claudio Arzà, anche lui alla prima occasione con la vettura che aveva a disposizione, una Citroen C3 R5.  Una bella progressione quella del driver ligure, affiancato da Simona Righetti, che ha fatto suo il “bronzo” con una seconda parte di gara decisa, con la quale è riuscito a controllare diversi “nomi”, tra cui il veronese Umberto Scandola, con la Hyundai i20 R5 partito in sofferenza soprattutto per difficoltà con l’assetto e comunque pensando a testare soluzioni tecniche sulla vettura sud coreana che userà anche lui il prossimo fine settima all’avvio “tricolore”, sempre in coppia con Guido D’Amore. Lo scaligero, per la prima volta al via a Lucca, ha finito quarto assoluto all’ultimo tuffo, mentre quinto ha chiuso con l’inezia di solo 1”9, un altro lucchese di grande nome e forza, Stefano Gaddini, al debutto con una Skoda Fabia R5. Una gara avviata bene, per lui, poi messa in crisi in parte da una crisi di gomme e sintomaticamente dal dover prendere le misure alla vettura ceka, certamente non demeritando.

Sesta posizione assoluta, anche in questo caso con grande merito, per i pistoiesi Paperini-Fruini, debutto anche per loro decisamente esaltante su una Fabia R5, provenendo dalle meno potenti e performanti vetture a due ruote motrici. Una prestazione solare e senza sbavature e neppure con eccessi, vòlta solo a “capire” il mezzo, da usare in altre future occasioni.

Settimi hanno chiuso Benvenuti-Manfredi, con il pilota alla prima esperienza a Lucca e con l’ennesima Fabia R5, davanti ai i montecatinesi Moricci-Garavaldi, anche loro passati alla Skoda, con tutte le incognite del caso, noni i còrsi Alerini-Boueri (Skoda Fabia R5), mentre la top ten è stata chiusa da Zenoni-Ferrarini (Skoda Fabia R5).

Missione compiuta per l’inossidabile Mauro Lenci, con Celli alle note Skoda Fabia R5), finito undicesimo assoluto, direttamente davanti al giovane vicentino Alberto Battistolli, “figlio d’arte” del grande “Lucky”. Battistolli, era al debutto sull’asfalto con una vettura “moderna” (vanta una buona esperienza nelle “storiche”) e affiancato dal conterraneo Simone Scattolin ha avviato al meglio la sua fase “di studio” in seno al programma di ACI Team Italia, dedicato alla filiera verde dei rallies italiani.

Senza storia la gara “storica”, la terza edizione della Coppa Ville Lucchesi, andata nelle mani anche in questo caso di un lucchese, il velocissimo Giovanni Mori, e la sua BMW M3, condivisa per la prima volta con Giacomo Ciucci. Ha vinto con ampio margine (oltre che primeggiare nel quarto raggruppamento) sulla Porsche 911 di Delladio-Mengon (vincitori del secondo raggruppamento) mentre terza ha finito la Golf GTI di Pierucci-Sammicheli (primi del terzo raggruppamento), davanti all’ammiratissima Lancia Rally 037 di Falcone-Barone.

Alle due validità ufficiali sono state affiancate quelle relative al già citato Trofeo Rally Toscano e al Premio Rally ACI Lucca. Oltre ad esse la gara aveva titolarità “promozionali” per  R Trophy 2020, Trofeo Pirelli e Michelin Zone Cup. Valori aggiunti ad un evento che ha avviato al meglio la stagione toscana delle Coppe di Zona, anche seguitissimo via web e TV con le dirette organizzate in concerto con NOI TV e Rally Dreamer.

#rally  #motorsport  #rallypassion  #CoppaCittàdiLucca2020  #CoppaVilleLucchesi2020  #AutomobileClubLucca #maremmacorse2.0  #CoppaRallyVIzona   #TrofeoRallyZona  #Lucca #toscana #tuscany 

CLASSIFICHE COMPLETE: shorturl.at/jxHNO

www.aciluccasport.itwww.coppacittadilucca.itwww.coppavillelucchesi.it

I MOMENTI PIÙ EMOZIONANTI DELLA 55ª COPPA CITTÀ DI LUCCA E DELLA 3ª COPPA VILLE LUCCHESI IN DIRETTA SU NOITV E SULLA PAGINA FACEBOOK DI RALLY DREAMER TV

Lucca, 17 luglio 2020 – Sarà una doppia manifestazione “a porte chiuse” quella della 55ª Coppa Città di Lucca e della 3ª Coppa Ville Lucchesi, attesa per domani, sabato 18, sul territorio.

Ma, proprio per consentire a tutti gli appassionati di seguire le gare, Aci Lucca ha siglato un accordo con l’emittente televisiva NoiTv (canale 10) e Rally Dreamer Tv per offrire agli spettatori incursioni in diretta dei tratti e dei momenti più emozionanti e noti del percorso.

Sabato (18 luglio) le due emittenti trasmetteranno live alcuni momenti della competizione: NoiTv (canale 10 del digitale terrestre) farà riprese alla partenza (ore 12.31), alla terza prova speciale Pizzorne (ore 15.03) e all’arrivo (ore 21); Rally Dreamer Tv, emittente specializzata del settore, sarà presente con 4 telecamere lungo il percorso e, a partire dalle 13.30, pubblicherà sulla propria pagina Facebook (Rally Dreamer) video in diretta della prova speciale San Rocco.

Aci Lucca, dal canto suo, rimbalzerà tutte le dirette sui propri canali social, che per l’intera giornata proporranno interviste, video, momenti in diretta, approfondimenti.

55ª COPPA CITTÀ DI LUCCA E 3ª COPPA VILLE LUCCHESI: PRONTI ALLE SFIDE CON 110 ISCRITTI

La grande attesa per una delle gare-simbolo italiane sta per terminare: sarà il terzo evento in Italia dopo lo stop imposto dall’emergenza sanitaria da Covid-19 e si presenta sulla scena con un plateau di iscritti e di vetture di alto livello.

La gara “moderna”, valida per la Coppa Rally di VI zona (CRZ) e la “storica”, primo atto del Trofeo Rally di terza Zona (TRZ) proporranno un percorso rivisto nel rispetto delle nuove normative federali per il contrasto dell’emergenza epidemiologica ma ispirato alla tradizione dei rallies lucchesi.

L’evento sarà “a porte chiuse”, non è previsto il pubblico lungo le Prove Speciali, per questo sono state organizzare “dirette” televisive e”social, per seguire le vicende agonistiche da casa.

Lucca, 15 luglio 2020L’attesa sta finendo, il classico conto alla rovescia, per sentire il rombo dei motori e apprezzare le sfide della 55ª Coppa Città di Lucca – 3ªCoppa Ville lucchesi riservata alle auto storiche, si sta esaurendo. Questo fine settimana, la terza gara in Italia (seconda in Toscana dopo il “Casentino”) dopo l’interruzione dell’attività sportiva motoristica nazionale dovuta all’emergenza sanitaria da Covid-19, arriva al cuore ed alla mente degli appassionati ed addetti ai lavori con un parterre decisamente di lusso, quello dei 110 iscritti.

I due eventi identificano quindi un territorio ad ampia vocazione motoristico-sportiva diventando, adesso più che mai in questo periodo di ripartenza dopo i mesi di chiusura, un notevole veicolo di sostegno per l’indotto turistico-ricettivo del territorio, generato proprio dalle presenze di partecipanti, squadre addetti ai lavori. Un segnale importante, che arriva dal motorsport lucchese, considerando che i due rallies saranno tra le poche manifestazioni di ampio respiro che vedranno la luce nell’estate.

Organizzata da Automobile Club Lucca, con la collaborazione di MaremmaCorse 2.0 ed il supporto tecnico di Lucca Corse, la competizione, una delle più longeve in Italia, prenderà vita nel rispetto di tutte le normative previste per il contenimento del contagio da Covid-19: per questo motivo, infatti, l’evento sarà a porte chiuse, non sarà possibile accogliere appassionati lungo il percorso proprio per evitare assembramenti, ma gli amanti del rally potranno seguire la manifestazione sui canali social dell’Aci Lucca e in diretta su NoiTv (canale 10 digitale terrestre Toscana). L’emittente lucchese infatti seguirà la partenza, l’arrivo e la terza prova speciale, il primo dei due passaggi della prova delle Pizzorne. Vi sarà inoltre una diretta via Facebook effettuata da “Rally Dreamer” con la quale anche in questo caso verranno raccontati i momenti salienti delle sfide sulla strada.

Diverse le validità ufficiali: quella di essere prima prova della Coppa Rally di VI zona per la 55^Coppa Città di Lucca e quello pure di prima prova del Trofeo Rally di III zona per la 3^ Coppa Ville lucchesi. 

Alle due validità ufficiali vi saranno affiancate quelle relative al Trofeo Rally Toscano e al Premio Rally ACI Lucca. È inoltre è prevista la sezione “All Stars”, riservata alle vetture di particolare valenza storico-sportiva. Vi saranno inoltre le titolarità “promozionali” di R Trophy 2020, Trofeo Pirelli e Michelin Zone Cup.

TANTI I MOTIVI SPORTIVI PER UN CONFRONTO DECISAMENTE ACCESO:

MICHELINI INSEGUE IL DECIMO ALLORO, AL VIA L’EX “TRICOLORE” SCANDOLA ED ATTENZIONE A BATTISTOLLI,  PIEROTTI, GADDINI, MORICCI ED ARZA’. GIOVANNI MORI CERCA IL COLPO GROSSO TRA LE “STORICHE”.

Come già indicato, sono 110, gli iscritti, in totale, con la presenza di ben 17 “top car” le vetture di categoria R5 (1600 cc. turbo, trazione integrale), e tanta, tanta qualità tra i piloti.  Occhi puntati su Rudy Michelini, certametne idolo locale, che con la VolksWagen Polo R5 andrà alla ricerca del decimo alloro in gara. Lo farà, per la terza volta al volante della vettura tedesca, affiancato da Perna ed in allenamento per la settimana successiva, quando debutterà nel Campionato Italiano a Roma. Non avrà vita facile, Michelini, in quanto dovrà confrontarsi con diversi “nomi” a partire dal veronese Umberto Scandola, con D’Amore al fianco, i quali si presenteranno con la Hyundai i20 ufficiale italiana, anche loro “di passaggio” per la gara di RomaCapitale. Scandola, già Campione Italiano nel 2013, non ha mai corso a Lucca, ma alcune strade le ha già percorse comunque in quanto sono state utilizzate spesso per il rally del Ciocco, che lui conosce bene.

Attesa per vedere all’opera Luca Pierotti, l’avvocato lucchese sempre in grande forma nella gara anche per lui di casa, quest’anno con l’incognita di debuttare con una polo R5, con tutte le incognite del caso. E di debutto si parla anche di un altro che guarda lontano, Stefano Gaddini (con Innocenti alle note), in questo caso con una Skoda Fabia R5, dopo una significativa esperienza con le due ruote motrici e dopo anche aver debuttato lo scorso anno con una trazione integrale, proprio qui a Lucca (Peugeot 207 S2000). Debutto sulle strade lucchesi anche per il giovane vicentino Alberto Battistolli, figlio “d’arte”, erede del grande Luigi “Lucky”, tutt’oggi ancora pilota di livello nelle “storiche” nonché presidente dell’ACI Vicenza. Battistolli, affiancato da Scattolin (copilota di caratura mondiale), fa parte del programma ACI Team Italia per favorire la crescita dei giovani talenti della filiera nazionale ed avrà a disposizione pure lui una Fabia R5. 

Occhi puntati, per le posizioni al sole dell’assoluta, sul montecatinese Paolo Moricci, all’esordio pure lui su una Skoda Fabia R5 dopo un paio di stagioni con la Hyundai, poi attenzione anche alle prestazioni dello spezzino Claudio Arzà, con Simona Righetti, anche lui alla prima esperienza con una Citroen C3 R5. 

Con grande assente un altro lucchese di livello, Luca Panzani, il quale era atteso pure lui con una Fabia R5, ma ha deciso di riprendere l’attività tra un mese, al Ciocco, certamente gli onori di casa spetteranno pure farli al blasonato Mauro Lenci, che seppur abbia ridotto le sue uscite al volante, sarà della partita, con una Skoda Fabia R5 anche lui e tornando in tema di debutti, sarà interessante vedere quello del giovane pistoiese Thomas Paperini, con una Fabia anche lui. In cerca di fortuna in Toscana anche il genovese Paolo Benvenuti (Skoda Fabia R5) e sarà interessante vedere all’opera i due francesi Jean Francois Succi (VolksWagen Polo) e Paul Alerini (Skoda Fabia), quest’ultimo non nuovo a grandi performance in terra italiana. Entrambi di recente hanno conquistato rispettivamente un secondo ed un terzo posto in gare francesi. 

Poi, Andrea Mazzocchi (Skoda Fabia R5) cerca stimoli forti, debuttando pure lui con una Fabia R5 e sarà da seguire con forte interesse il confronto tra le due ruote motrici per le quali il pronostico si annuncia difficile.

Il blasonato pistoiese Federico Gasperetti, con la sua Renault Clio R3 prenota posizioni importanti anche nell’assoluta, a cercare di contrastarne il passo ci saranno diversi piloti di grosso calibro, come ad esempio Nicola Paolinelli, affiancato da Castiglioni, con una Renault Clio S1600, poi l’altro lucchese Alessio della Maggiora (stessa vettura) ed un altro lucchese sempre veloce, Andrea Simonetti (Renault Clio R3). Da tener d’occhio poi altri “nomi” come Claudio Fanucchi (Renault Clio R3), l’altro pistoiese Alessandro Ciardi (Renault Clio R3, rientrato recentemente alle gare in Casentino dopo un lungo periodo di sosta e Pierangelo Villa (Renault Clio S1600).

Assai effervescente si presenta anche il plateau di interpreti della classe R2, tutti con una Peugeot 208 R2 tranne la grande novità del pistoiese Emanuele danesi, che sarà al via con la grande novità della nuovissima Ford Fiesta “Rally4”, motore 999cc turbo, l’ultima frontiera della Casa “dell’ovale blu” per i rallies (Questa di Lucca è la seconda uscita italiana dopo quella della settimana scorsa al rally della Lana di Biella). 

Tutti gli altri, invece, saranno ben forniti con una Peugeot 208: il garfagnino Gabriele Catalini, specialista e vincente con le “piccole” debutterà con la millesei “del Leone” e si getterà nella mischia contro un altro lucchese sempre informa, Marco Mori (al recente “Casentino” visto in gran forma), ma contro anche i fratelli fiorentini Lorenzo e Cosimo Ancillotti, contr anche Leonardo Santoni (anche per lui prima gara con la 208)

TRA LE “STORICHE” DELLA COPPA VILE LUCCHESI GIOVANNI MORI FA GLI ONORI DI CASA CON LA BMW M3

Sfida anche “storica” sulle strade lucchesi. Giovanni Mori e la sua BMW M3 condivisa stavolta con Giacomo Ciucci faranno gli onori “di casa” cercando decisi la vittoria dopo la quarta piazza assoluta del 2019, forti anche dello “scudetto” conquistato da pilota garfagnino nel Trofeo di terza zona appunto l’anno passato. Bella da vedere anche la Lancia Rally 037 di Carlo Falcone, già olimpico di vela (olimpiadi estive 1992), con al fianco Maurizio Barone e belle anche le altre vetture che hanno fatto la storia delle corse su strada, pronte a rinverdire i fasti di un tempo. Come la Alpine a 110 del farmacista maremmano Ettore Falchetti, affiancato da Sanesi, la Porsche 911 Carrera di Lorenzo Delladio o la Renault 5 Alpine di Adelchi Gasperetti (fratello di Federico, che corre il rally “moderno), che farà coppia con Riterini.

PROGRAMMA, LOGISTICA E PERCORSO RIVISTI SEGUENDO LE PRESCRIZIONI SANITARIE FEDERALI

Seguendo le prescrizioni Federali previste per la ripresa post Covid-19, l’organizzazione ha messo ovviamente mano al progetto di origine delle due gare, nel rispetto soprattutto di tutti i protocolli sanitari da adottare per la sicurezza attiva e passiva di tutti coloro che saranno coinvolti nell’evento. 

Questo ha ovviamente generato un percorso ridotto in previsione anche di un contenimento dei costi generali sia organizzativi che per chi accetterà la sfida sulla strada. E’ stato un lavoro di squadra, ampiamente ispirato alla tradizione dei rallies lucchesi, che non mancherà certamente di essere apprezzato e sicuramente preso come esempio da seguire per il futuro.

Il percorso prevede tre distinte prove speciali da ripetere 2 volte per un totale di 59,840 chilometri di distanza competitiva sul totale di 265,840 dell’intero tracciato. Ci si è ispirati, come già accennato, alla tradizione delle “piesse” lucchesi, che assicureranno spettacolo e agonismo. Rispetto al recente passato, variato di poco il timing della gara, con partenza alle ore 12,31 di sabato 18 luglio da Lucca Fiere – Via della Chiesa XXXII –  mentre l’arrivo sarà dalle ore 21,15 nello stesso luogo. 

Il quartier generale dell’evento, quindi Direzione Gara, Segreteria e Sala Stampa, sarà ubicato nelle strutture di Lucca Fiere, la cui ampia area sarà anche quella del Parco Assistenza e dell’unico riordinamento previsto di metà gara.

#rally  #motorsport  #rallypassion  #CoppaCittàdiLucca2020  #CoppaVilleLucchesi2020  #AutomobileClubLucca #maremmacorse2.0  #CoppaRallyVIzona   #TrofeoRallyZona  #Lucca #toscana #tuscany 

www.aciluccasport.it

www.coppacittadilucca.it

www.coppavillelucchesi.it

PIENA COLLABORAZIONE TRA PREFETTURA, FORZE DELL’ORDINE E ORGANIZZATORI PER LA 55ª COPPA CITTÀ DI LUCCA E 3ª COPPA VILLE LUCCHESI

Lucca, 14 luglio 2020 – Piena sinergia e collaborazione tra Istituzioni e organizzatori in vista della 55ª Coppa Città di Lucca – 3ª Coppa Ville Lucchesi. Un doppio evento, firmato ACI Lucca, con la collaborazione di Maremma Corse 2.0 e il supporto tecnico di Lucca Corse, che venerdì e sabato prossimi (17 e 18 luglio) scalderà i motori e gli animi di piloti, navigatori e appassionati di rally. Quest’ultimi, però, proprio in seguito alla pandemia e per garantire il massimo rispetto delle misure restrittive per il contenimento della diffusione del contagio da Covid-19, non potranno seguire le gare dal vivo, ma in diretta su NoiTv (canale 10) o sui social ufficiali di Aci Lucca (pagina Facebook, canale Instagram). Una decisione presa in seguito anche al confronto che ha visti impegnati i rappresentanti ACI Lucca con il Prefetto, Francesco Esposito. “C’è stata piena condivisione rispetto alla necessità di garantire che la manifestazione si svolga “a porte chiuse” così come previsto anche dal Decreto e dalle direttive governative – spiegano Luca Gelli e Luca Sangiorgio, rispettivamente presidente e direttore di Aci Lucca -. Da questo punto di vista il confronto e la condivisione con la Prefettura, le altre Autorità competenti e le forze dell’ordine è stato massimo fin dall’inizio: abbiamo deciso di organizzare comunque le gare quest’anno, nonostante le nuove misure che non ci permettono di far vivere al nostro territorio e ai nostri appassionati il rally così come lo hanno sempre vissuto e conosciuto; e abbiamo deciso di farlo nel rispetto della legge e nel solco della collaborazione con le Istituzioni, che ringraziamo per la fiducia. Un sinonimo di garanzia e di rispetto delle regole, che ci permette di vivere una bella giornata di sport in piena sicurezza per tutti: partecipanti, staff e pubblico. Anche per questo motivo, infatti, saranno presenti le forze dell’ordine lungo tutto il percorso, per verificare che non si creino assembramenti”.

Non è stato certo semplice definire ogni aspetto organizzativo con così poco tempo, ma Aci Lucca, con la collaborazione di Maremma Corse e di Lucca Corse, ci è riuscito. “Un mese e mezzo fa sembrava impossibile poter parlare di manifestazioni sportive e motoristiche – concludono – Organizzare queste due gare ci è sembrato da subito un segno di rinascita, dopo settimane di chiusura e paure: vogliamo fare scuola, tracciare le linee guida per le gare che verranno dopo la Coppa Città di Lucca e la Coppa Ville Lucchesi e lanciare il messaggio che ripartire in sicurezza si può. Per sostenere lo sport, per sostenere la qualità e per sostenere il nostro amato e bellissimo territorio».