Il Premio Rally Automobile Club Lucca verso la gara “di casa”: grande fermento in vista della 57^ Coppa Città di Lucca

È in piena evoluzione, la classifica relativa al Premio Rally Automobile Club Lucca. La serie promossa dall’istituzione automobilistica provinciale, giunta alla sua diciassettesima edizione, si presenterà allo “start” del suo appuntamento più partecipato – la 57^ Coppa Città di Lucca, in programma nei giorni 29-30 luglio – preannunciando agonismo in tutte le sue espressioni. I punteggi assegnati dopo il Rally di Reggello, ultimo appuntamento disputato, hanno confermato la leadership di Claudio Fanucchi tra i piloti. Il driver lucchese, al volante della Renault Clio R3, ha concretizzato al meglio l’impegno sviluppato sulle strade del Valdarno fiorentino garantendosi la vittoria di classe. Una performance che ha lui permesso di acquisire ulteriore vantaggio nei confronti del primo inseguitore, Andrea Simonetti, assente a Reggello e distante tredici punti alla “vigilia” della gara di casa. Ha mantenuto la terza posizione in classifica, pur dovendo rinunciare alla partecipazione al Rally di Reggello, Matteo Lencioni. Due, le lunghezze che separano la “terza forza” da Andrea Simonetti, a conferma di una situazione di classifica in grado di garantire all’appuntamento casalingo il miglior biglietto da visita.

Sette, invece, i punti di vantaggio che stanno regalando a Silvia Barsotti il comando della classifica copiloti. La codriver, capofila anche nel confronto femminile, ha archiviato il Rally di Reggello centrando il massimo obiettivo di classe N3, su Opel Astra GSI. Un primato valso il consolidamento del vertice del confronto femminile, con Tania Bernardi compartecipe del risultato conquistato da Claudio Fanucchi ad inseguirla con poco meno di nove punti di ritardo. Una leadership, quella conseguita da Silvia Barsotti, che ha visto retrocedere di una posizione Fabrizio Vecoli, adesso secondo con un solo punto di vantaggio su Ronny Celli. Per entrambi i competitor, assenti a Reggello in virtù del concomitante impegno del Rally di Alba, la Coppa Città di Lucca rappresenterà una valida occasione di recupero.

Le iscrizioni alla 57^ Coppa Città di Lucca saranno aperte fino a mercoledì 20 luglio. Un’attesa che sta evidenziando grande fermento, con l’appuntamento valido per la Coppa Rally di Zona tornato a celebrare l’arrivo davanti allo storico Caffè della Mura, scenario che ha contraddistinto negli anni la gara, tra le più apprezzate nel panorama rallistico nazionale.

Il Premio Rally Automobile Club Lucca verso il Rally di Reggello: tra i piloti, è testa a testa tra Andrea Simonetti e Claudio Fanucchi

È cortissima, la classifica del Premio Rally Automobile Club Lucca redatta a conclusione del Rally Valdinievole e Montalbano, appuntamento che ha confermato grande incertezza negli equilibri che stanno interessando i conduttori della provincia, interpreti in ambito regionale.

A comandare la classifica piloti – presentando la diciassettesima edizione della kermesse alla pedana di partenza del Rally di Reggello – sono Andrea Simonetti e Claudio Fanucchi, esponenti della classe R3 su Renault Clio. Una categoria, quella riservata alle vetture “2000” d’oltralpe, testimone della seconda posizione espressa da Claudio Fanucchi sulle strade pistoiesi e della quarta piazza conquistata da Andrea Simonetti. Risultati che hanno generato l’ex-aequo dei due piloti lucchesi in vetta alla classifica, con Matteo Lencioni ad inseguire, attardato da solo due lunghezze grazie al primato di classe A0 conquistato sulle prove speciali valdinievoline, al volante di una Fiat Seicento.

Un solo punto, invece, sta regolando la classifica copiloti: Fabrizio Vecoli mantiene la leadership su Ronny Celli e Silvia Barsotti – leader della classifica femminile – insegue con otto lunghezze di ritardo. Un terzetto che non ha usufruito della possibilità di acquisire punteggio nella competizione ambientata tra Larciano e Lamporecchio. A muovere la classifica hanno così pensato Simone Marchi – quinto di classe Rally4 – e Roberto Lencioni, vincitore della A0, entrambi appaiati a cinque punti dalla terza posizione provvisoria occupata da Silvia Barsotti.

Per i conduttori iscritti al Premio Rally Automobile Club Lucca, il prossimo Rally di Reggello – Città di Firenze rappresenterà una valida occasione per assecondare le proprie aspettative, essendo il confronto impreziosito dal coefficiente di 1.5. Un biglietto da visita importante in vista dello “start” dell’appuntamento valido per la Coppa Rally di Zona, in programma nei giorni 25-26 giugno.

È un Premio Rally Automobile Club Lucca dai contenuti vivaci

È un Premio Rally Automobile Club Lucca di grandi contenuti, quello proposto nella sua diciassettesima edizione dall’istituzione automobilistica provinciale: un solo punto di margine a decidere le due classifiche assolute – piloti e navigatori – con le strade del Trofeo Maremma che hanno confermato un trend all’insegna della massima incertezza. Con la classifica piloti “cristallizzata” dopo l’ultimo appuntamento – il Rally Il Ciocco e Valle del Serchio – ed articolata sul posizionamento di sei conduttori in soli quattro punti, l’appuntamento grossetano ha alimentato la rincorsa di Ronny Celli al vertice della classifica riservata ai navigatori, consolidata dalla conquista della seconda piazza di classe Rally5 su Renault Clio RS Line. Un solo punto, adesso, divide il codriver lucchese dal leader Fabrizio Vecoli, assente a Follonica, con le posizioni successive legittimate dalla penultima manche: Silvia Barsotti, terza, a comandare il confronto femminile verso Tania Bernardi, distante sei lunghezze. La vittoria della classe A0 di Simone Marchi, sul sedile destro di una Fiat Seicento, ha garantito lui l’avanzamento in quinta posizione, migliorando nettamente un trend che lo aveva visto conquistare un solo punto in ognuno dei due precedenti appuntamenti.

Nella classifica piloti, distanze invariate con Stefano Martinelli ancora leader seppur con un solo punto di vantaggio sull’inseguitore Andrea Simonetti. Una situazione invariata, quella espressa dopo il Trofeo Maremma, contesto che non ha fatto registrare la presenza dei piloti di vertice della serie.

A condividere la terza posizione, quindi, ancora un quartetto di piloti: Claudio Fanucchi, Riccardo Meconi, Marco Lombardi ed Enzo Oliani. Grande incertezza, quella garantita dalla kermesse all’avvicinarsi del “giro di boa”. Numeri ed agonismo che attendono evoluzioni significative nel prossimo appuntamento, il Rally Valdinievole e Montalbano in programma nei giorni 7-8 maggio.

IL PREMIO RALLY AUTOMOBILE CLUB LUCCA A CHIUSDINO: FERMENTO PER LA PENULTIMA DI SERIE

È un countdown in via di esaurimento, caratterizzato da toni vivaci, quello che sta accompagnando il Premio Rally Automobile Club Lucca verso il Rally di Chiusdino, appuntamento in programma nei giorni 20/21 novembre sulle strade della provincia di Siena, quelle omaggiate – fino agli anni 90 – dal passaggio del Rallye Sanremo, nella sua veste mondiale. Un appuntamento di spessore, quindi, per la serie promossa da Automobile Club Lucca, attesa ad una penultima manche che farà leva sulla massima incertezza proposta dalle classifiche assolute, sia per quanto riguarda la situazione piloti che quella relativa ai navigatori.

A ricoprire il ruolo di leader tra i protagonisti del volante è Marco Bertonati, primo al traguardo nel confronto di classe A6 inscenato sulle strade del recente Trofeo Maremma, affrontato su Peugeot 106. Diciannove, le lunghezze che lo stanno dividendo dal primo inseguitore, Lorenzo Bonuccelli, tornato sulla scena nella stagione sportiva corrente dopo un periodo di inattività ma incappato in un amaro ritiro nel corso della “lotta” ai vertici della classe N2, su Peugeot 106. Un particolare che, tuttavia, non ha negato lui il ruolo di prima alternativa al leader, contando su solo quattro decimi di punto verso il diretto competitor Manuel Innocenti, terza forza in classifica nonostante l’assenza sulle strade della provincia di Grosseto.

Tra gli Under 25, il leader Michele Marchi ha avuto modo di incrementare il proprio vantaggio su Giacomo Franceschini, grazie al primato conquistato nella classe N3 su Renault Clio.

Quattro punti a dividere le prime tre posizioni, garanzia di assoluto agonismo: questo il biglietto da visita proposto dalla classifica navigatori con Simone Marchi a confermarsi “primattore” grazie alla terza posizione conquistata a Follonica, nella classe A0, sul sedile destro di una Fiat Seicento. Di un solo punto, il distacco verso l’inseguitore Simone Di Giulio, compartecipe del risultato espresso da Marco Bertonati. A quattro lunghezze dalla vetta, in terza piazza, c’è Chiara Lombardi. Per la copilota garfagnina, il Trofeo Maremma è valso la seconda posizione nella classe A0 al fianco di Luca Bertolozzi, anch’egli in gara su Fiat Seicento. Un risultato che ha permesso alla codriver di cementare la leadership nella classifica femminile, con Jasmine Manfredi distante sette punti e Tania Bernardi anch’egli in lotta per il vertice, dopo la vittoria in classe A5 maturata sul sedile destro di una Peugeot 106. Per la copilota Under 25, la vittoria nella categoria giovanile si fa sempre più concreta, potendo contare un margine ragguardevole a due gare dalla conclusione della serie. Il Premio Rally Automobile Club Lucca, dopo il Rally di Chiusdino, farà tappa a fine dicembre sulle strade de “Il Ciocchetto Event”, appuntamento che assegnerà i titoli 2021.   

PREMIO RALLY ACI LUCCA: SIMONE MARCHI È IL NUOVO LEADER TRA I COPILOTI

Ha sorriso ai conduttori lucchesi, il Rally Casciana Terme. La gara, valida come quartultima manche del Premio Rally Automobile Club Lucca, ha confermato agonismo garantendo alla serie promossa dall’istituzione automobilistica provinciale un finale di stagione di alti contenuti. Unico partente nella classe A6, Marco Bertonati ha impostato la propria condotta tenendo ben saldo l’obiettivo “campionato” e portando la sua Peugeot 106 in venticinquesima posizione assoluta. Un risultato di spessore, quello del leader della classifica piloti, in virtù di un elenco partenti premiato da oltre novanta adesioni. In seconda posizione mantiene immutate prospettive di successo finale Manuel Innocenti, giunto sulla pedana d’arrivo di Casciana Terme al volante della sua Renault Twingo RS 1.6, vettura che ne ha contraddistinto le ultime stagioni agonistiche. Ad occupare la terza piazza della “provvisoria” c’è Lorenzo Bonuccelli, secondo di classe N2 su Peugeot 106. Un risultato che vede il driver a soli sei decimi di punto da Manuel Innocenti, con entrambi i competitor decisi a lanciare l’assalto al vertice nelle prossime tre occasioni utili.

Terza nella classe A7, su Renault Clio Williams, Luciana Bandini cementa ulteriormente il vantaggio nella classifica femminile, portandosi a quindici i punti di vantaggio sull’inseguitrice Rossana Gabrielli, assente sulle speciali proposte da Laserprom 015.

Il Rally Casciana Terme ha regalato alla classifica copiloti un altro cambio di vertice, con Simone Marchi salito in testa alla classifica provvisoria grazie alla quarta posizione di classe A0 concretizzata su Fiat Seicento. Un risultato che ha permesso al codriver lucchese di proiettarsi nel ruolo di leader effettuando il sorpasso su Jasmine Manfredi, assente sulle strade della provincia di Pisa. A dividere le prime due posizioni, adesso, è un solo punto: questo il risicato margine di ritardo accusato da Simone Di Giulio, compartecipe della prestazione offerta dal leader piloti Marco Bertonati. In ottica femminile, gran bagarre tra la leader “rosa” Jasmine Manfredi – terza tra i copiloti – e Chiara Lombardi, settima su Fiat Seicento nell’affollata classe A0; solo otto decimi di distacco tra le due protagoniste del confronto riservato alle conduttrici del sedile destro. Invariate le posizioni proposte dalle classifiche Under 25: tra i copiloti a comandare è ancora Michele Marchi mentre, tra i navigatori, a mantenere la leadership è Tania Bernardi.

Il Premio Rally Automobile Club Lucca vedrà i riflettori nuovamente accesi nei giorni 22-23 ottobre, sulle prove speciali del Trofeo Maremma, in programma a Follonica.

UN PREMIO RALLY AUTOMOBILE CLUB LUCCA AD ALTA INTENSITÀ

È all’insegna dell’agonismo e dell’incertezza nei suoi equilibri di vertice che il Premio Rally Automobile Club Lucca si avvia verso la fase centrale della stagione sportiva. La serie, promossa nella sua 16^ edizione dall’istituzione automobilistica provinciale, ha confermato le linee che l’hanno contraddistinta negli anni nel panorama rallistico nazionale. Una situazione di classifica, quella espressa a conclusione del Rally delle Colline Metallifere – appuntamento che ha visto impegnati i conduttori sulle strade della provincia di Livorno – che ha elevato Claudio Fanucchi quale leader nel confronto riservato ai piloti.

A garantire al driver lucchese il comando, la prestazione che – al volante della Renault Clio – lo ha visto prevalere nella classe R3C sui chilometri del Rally Il Ciocco, affrontati nel format valido per la Coppa Rally di Zona. Una cornice che ha alimentato anche le prerogative del primo inseguitore, Manuel Innocenti, con le proprie ambizioni alimentate e successivamente confermate dal primato tra le RS 1.6, al volante della Renault Twingo, sulle strade del Rally delle Colline Metallifere, ultima manche offerta dal calendario della serie. In terza posizione provvisoria, appaiati dal medesimo punteggio, Luca Bazzano e Christopher Lucchesi JR, entrambi assenti a Piombino ma distanti solo cinque lunghezze dal vertice. Nella classifica femminile, a comandare è Luciana Bandini, “a punti” sulle strade del Rally Il Ciocco mentre, tra gli Under 25, la leadership vede protagonista Michele Marchi, secondo nella classe N3 proposta dal “Ciocco”. 

Nella classifica dedicata ai copiloti, ad essersi garantita un ruolo di vertice è Chiara Lombardi. La copilota di Castelnuovo Garfagnana, nonostante il ritiro accusato al Rally delle Colline Metallifere, si trova nella posizione di comando con sette lunghezze di vantaggio su Tania Bernardi, prima interprete tra gli Under 25 e seconda forza nella classifica “rosa”. Ad un solo punto di distanza dalla codriver compartecipe della programmazione di Claudio Fanucchi, con concrete ambizioni rivolte alle immediate posizioni superiori del podio, il terzo classificato Simone Marchi, costretto al ritiro nel corso della prima prova speciale proposta dall’appuntamento livornese, affrontato sul sedile destro della Peugeot 206 S1600. 

Classifiche 17° Premio Rally

IL PREMIO RALLY AUTOMOBILE CLUB LUCCA VERSO IL “CIOCCO”

E’ all’insegna della massima competitività che il Premio Rally Automobile Club Lucca ha ufficializzato la prima classifica della sua sedicesima edizione. Inaugurata sull’asfalto del Rally del Carnevale – confronto disputato a metà febbraio sulle strade della Versilia – la serie promossa dall’istituzione automobilistica provinciale ha confermato le linee che ne hanno caratterizzato le precedenti programmazioni sia in termini di adesioni che di agonismo. 

Nella classifica piloti, a condividere la leadership è un lotto di tre conduttori. Posizioni, quelle di vertice, occupate da Luca Bertolozzi, Lorenzo Bonuccelli ed Andrea Simonetti. Luca Bertolozzi, tornato al volante della Renault Clio Williams sull’asfalto del “Carnevale”, si è reso protagonista di una condotta valsa la nona posizione assoluta finale mentre Lorenzo Bonuccelli – a chiusura di un periodo di inattività durato un anno e mezzo – ha portato la Renault Clio RS al vertice della classe N3. Primato di categoria che ha conquistato anche Andrea Simonetti, primo nella classe R3C con la sua Renault Clio parte integrante della “top ten” come decima vettura classificata. Evoluzioni, quelle proposte dalla gara organizzata da AC Lucca in sinergia con Laserprom 015 e Lucca Corse, che hanno garantito alla classifica provvisoria motivi sportivi di grande contenuto. Nella classifica “femminile” la prima leader è Luciana Bandini, sesta su Renault Clio Williams nella classe A7 e seguita – a due sole lunghezze – da Rossana Gabrielli, in gara su Renault Clio N3.

Al comando della prima classifica stagionale, nel confronto dedicato ai copiloti, si sono insediati Chiara Lombardi e Piero Taccini. Per la codriver di Castelnuovo Garfagnana, la collaborazione nell’appuntamento inaugurale al fianco di Luca Bertolozzi è valsa la leadership seppur in condivisione con Taccini, navigatore di un altro dei tre leader della classifica piloti, Andrea Simonetti. Una doppia soddisfazione per Chiara Lombardi, capofila anche nella classifica femminile seguita dalla giovane Tania Bernardi, leader tra gli Under 25 e da Jasmine Manfredi, terza forza che, a Viareggio, è salita per la prima volta sul sedile destro della nuova Renault Clio N5. 

Il prossimo appuntamento valido per il Premio Rally Automobile Club Lucca vedrà i conduttori iscritti alla serie confrontarsi sulle prove speciali del Rally Il Ciocco, nei suoi format di Campionato Italiano Rally e Coppa Rally di Zona, in programma da giovedì 11 a sabato 13 marzo sulle strade di Mediavalle e Garfagnana. 

IL PREMIO RALLY AUTOMOBILE CLUB LUCCA VERSO LA SUA 16^ EDIZIONE: DODICI APPUNTAMENTI PER L’ASSEGNAZIONE DEI TITOLI 2021

Dodici appuntamenti in programma, sviluppati sull’asfalto delle impegnative prove speciali toscane: questi i contenuti del 16° Premio Rally Automobile Club Lucca, serie che – anche nella stagione sportiva 2021 – garantirà all’istituzione automobilistica un ruolo di primo piano nella prosecuzione di un progetto volto alla valorizzazione del tessuto agonistico provinciale. Una programmazione resa ufficiale a margine della consegna dei riconoscimenti legati all’edizione 2020, evento trasmesso in diretta streaming nella serata di sabato 30 gennaio in ottemperanza alle disposizioni vigenti in termini di contrasto alla diffusione del virus Covid-19. Un’iniziativa che ha riscosso ampi consensi tra i praticanti della specialità e che, oltre ai protagonisti delle classifiche assolute, di classe e di gruppo, ha coinvolto vari esponenti del motorsport: Riccardo Pera (pilota del team Dempsey Proton Racing protagonista nella 24 Ore di Le Mans), Mattia Vita (pilota di Aci Team Italia), Daniele Campanaro (Campione Italiano Rally Due Ruote Motrici Asfalto) e Mauro Lenci (pilota e consigliere AC Lucca). Parte integrante dell’evento è stata l’associazione Onlus Il Sogno, rappresentata dal suo presidente Massimo Palmero a conferma del legame tra sport e solidarietà, espressa in una proficua collaborazione che ha visto la struttura assistenziale lucchese impegnata nella realizzazione delle targhe consegnate ai conduttori premiati.

L’edizione 2021 della kermesse, riservata ai conduttori in possesso di licenza Aci Sport rilasciata da Automobile Club Lucca, verrà inaugurata sulle prove speciali della prima gara del calendario nazionale – il Rally del Carnevale – in programma domenica 14 febbraio. Un format, quello proposto da AC Lucca, che interesserà successivamente il Rally del Ciocco – nelle sue due versioni di Campionato Italiano Rally e Coppa Rally di Zona (14 marzo) – il Rally Colline Metallifere e Val di Cornia (4 aprile), il Rally Alta Val di Cecina (23 maggio), il Rally Internazionale Casentino (2-3 luglio), il Rally Coppa Città di Lucca (18 luglio), il Rally di Reggello e Città di Firenze (5 settembre), il Rally di Casciana Terme (19 settembre), il Trofeo Maremma (24 ottobre), il Rally Day di Chiusdino (21 novembre) ed Il Ciocchetto Rally Event (19 dicembre).

“Una programmazione, quella del Premio Rally Automobile Club Lucca, che ha confermato la lungimiranza della nostra istituzione nel panorama nazionale – il commento del direttore di AC Lucca Luca Sangiorgio – nell’ottica di continuare a garantire la valorizzazione dei suoi campioni, presenti e futuri. Un concetto, il nostro, espresso anche attraverso le modalità innovative della diretta web che ha interessato le premiazioni dell’edizione 2020 della serie”.

“In un momento difficile come quello attuale, sia per quanto riguarda l’aspetto economico che sanitario, il nostro Automobile Club ha dimostrato che, con l’impegno, è possibile portare avanti la passione per il motorsport con tutto ciò che ne consegue – il commento di Massimiliano Bosi, fiduciario provinciale AC Lucca – tutto questo si è reso possibile adeguandosi ai cambiamenti. Sono certo che questa 16^ edizione del Premio Rally Automobile Club Lucca racconterà ancora storie di vittorie e soddisfazioni personali, accompagnando i nostri licenziati in un percorso di evoluzione che, nel più breve tempo possibile, spero possa godere di una situazione migliore”.

IL 15° PREMIO RALLY AUTOMOBILE CLUB LUCCA SALUTA I SUOI CAMPIONI: SABATO 30 GENNAIO LE PREMIAZIONI IN DIRETTA STREAMING

Sarà una cornice d’eccezione, quella che – sabato 30 gennaio – manderà in archivio il Premio Rally Automobile Club Lucca. La serie, contraddistinta dalle particolarità delle otto gare in programma, è pronta a celebrare i campioni 2020 consegnando loro i riconoscimenti legati alla sua quindicesima edizione, puntando i riflettori sui locali della sede di Via Catalani. La degna conclusione di una programmazione sportiva che, seppur ridimensionata dall’emergenza epidemiologica, ha garantito all’istituzione automobilistica provinciale un ruolo di vertice nel panorama motoristico italiano.  

Un evento che, in virtù delle disposizioni vigenti in tema di contenimento della diffusione del virus Covid-19, vedrà coinvolto il solo plateau di premiati. Restrizioni alle quali i vertici di AC Lucca hanno ovviato garantendo – grazie al coinvolgimento di Rally Dreamer – la diretta streaming a copertura dell’intera cerimonia di premiazione. Un’iniziativa che verrà trasmessa in diretta – a partire dalle 17.30 – sulle pagine facebook di Rally Dreamer ed AC Lucca e che vedrà alla sua conduzione Alice Brivio, volto della trasmissione in onda su Sportitalia.

“Siamo felici di poter festeggiare i nostri campioni a conclusione di un anno difficile – il commento di Luca Sangiorgio, direttore di AC Lucca – sarà una premiazione diversa ma sempre improntata nell’ottica di valorizzare i talenti di casa nostra, un dovere da parte dell’Automobile Club. Il Premio Rally AC Lucca conferma la bontà dell’intuizione avuta quindici anni fa, con i conduttori che hanno dato battaglia per arrivare all’evento che si terrà sabato pomeriggio. Un format pensato per valorizzare i campioni, di modo che la tradizione sportiva di Lucca non sia solo patrimonio del passato ma che possa guardare ad un futuro radioso”.