Premiati i campioni lucchesi Aci Sport 2020

Tempo di premiazioni in casa ACI Lucca: nella sede di via Catalani,  sono stati consegnati i trofei ai campioni lucchesi ACI Sport 2020.

Sedici gli atleti locali che hanno conquistato titoli importanti. In particolare, dal direttore di Aci Lucca, Luca Sangiorgio, dal fiduciario sportivo, Massimiliano Bosi e dal decano delle corse e ufficiale di gara Alfredo Lencioni, sono stati premiati Simone Catanzaro, Coppa Rally 6^ zona classe 7, Mirko Piazzini, Coppa Rally 6^ zona classe A0 che ha ritirato il premio anche per Enzo Oliani, Maurizia Angela Bertolucci, vincitrice del Campionato Italiano regolarità classica auto moderne (navigatori) premiata insieme al conduttore, Fabio Vergamini, Rossana Gabrielli, Coppa Rally 6^ zona femminile, Alessio Lucchesi e Alfonso Della Maggiora, Coppa Rally 6^ zona -classe A5,  Gabriele Catalini, Rally Cup Italia Classe R1 e Coppa Rally 6^ zona classe R1, Nicola Ferrarini, Rally Cup Italia classe N0 e Coppa Rally 6^ zona classe N0, Niccolò Micheletti, Rally Cup Italia classe N2, Gianluca e Simone Marchi, Coppa Rally 6^ zona classe N1.

Nell’elenco dei vincitori, ma non presenti alla cerimonia, anche Maicol Rossi per Rally Cup Italia Classe R1 e Coppa Rally 6^ zona classe R1, Chiara Lombardi, Rally Cup Italia classe A6 e Coppa Rally 5^ zona classe A6, Andrea Sarti, Coppa Rally 6^ zona classe A7, e Christopher Lucchesi, coppa Aci Sport CIR Junior 2 ruote motrici.

Aci Lucca aderisce alla campagna #RoadHasEvolved: sicurezza in strada anche con i nuovi veicoli elettrici

Mobilità elettrica e nuovi mezzi di trasporto: come convivere sulla strada? La risposta arriva dalla nuova campagna per la sicurezza stradale #RoadHasEvolved  (“la strada si è e-voluta”) lanciata da FIA Region I e già accolta sia dall’ACI nazionale che da Aci Lucca.  La nuova iniziativa, promossa in occasione della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, accende i riflettori sui dispositivi di mobilità personale, come monopattini e monoruota elettrici, biciclette a batteria e simili: mezzi che sono diventati popolari negli ultimi anni grazie alla loro accessibilità e praticità, ma che, troppo spesso, vengono utilizzati con eccessiva superficialità.

«La strada è di tutti – commentano Luca Gelli e Luca Sangiorgio, rispettivamente presidente e direttore di Aci Lucca – e tutti abbiamo lo stesso diritto di viaggiare in sicurezza. Tutti i mezzi di trasporto elettrici, soprattutto quelli di nuova generazione che stanno iniziando a popolare le nostre strade, devono essere omologati, bisogna saperli guidare ed essere consapevoli delle regole del codice stradale: è fondamentale regolamentarne l’uso, creare leggi comuni per assicurare a tutti la serenità e la sicurezza in strada».

LA CAMPAGNA. La campagna accolta da Aci Lucca si concentra, in particolar modo, sui monopattini: attraverso brochure e opuscoli informativi scaricabilli dal sito www.lucca.aci.it e reperibili in tutti gli uffici Aci del territorio, si fa chiarezza su questo nuovo mezzo di locomozione. Il monopattino può circolare sia sulle piste ciclabili che sulle strade urbane, non si può superare il limite di 6 km/h e, in caso di guidatore minorenne, è obbligatorio il casco. Un piccolo vademecum, chiaro e semplice, che ogni cittadino può ritirare in versione cartaceo direttamente nelle sedi di uno degli uffici dell’Automobile Club di Lucca presenti sul territorio, oppure dai canali web: sito e social.

«Indispensabile – proseguono -, come sempre, il buonsenso. Utilizzate piste ciclabili e indumenti ad alta visibilità quando è buio. Sguardo fisso sulla strada e mani impegnate alle guida. Non si possono trasportare cose, persone o animali e, per quanto riguarda la dotazione tecnica, il veicolo deve essere a norma CE, avere il campanello e il limitatore di velocità. Le regole non sono antipatiche imposizioni che limitano la libertà personale: sono confini entro i quali possiamo agire per vivere in sicurezza. Ci auspichiamo che quanto prima la normativa sui monopattini diventi ancora più stringente, prevedendo l’obbligatorietà del casco per tutti e una formazione adeguata».

Il materiale è scaricabile qui.

Regolamentare i monopattini per strade più sicure: l’intervento del presidente di Aci Lucca, Luca Gelli

Regolamentare l’utilizzo dei monopattini, organizzando anche giornate di formazione per insegnare a chi lo utilizza le buone pratiche da osservare in strada: sono queste le proposte che il presidente di Aci Lucca, Luca Gelli, raccoglie dal presidente di Aci Italia, Angelo Sticchi Damiani. Prevista anche l’organizzazione di una giornata di formazione-educazione sui monopattini.

«In questi mesi – commenta il presidente Gelli – abbiamo visto il proliferare di monopattini: un’alternativa green e divertente per una mobilità più moderna e veloce. Purtroppo, però, al diffondersi di questo nuovo mezzo di locomozione non è seguita un’accurata preparazione dei conducenti che troppo spesso non osservano le regole base del codice della strada e possono, quindi, mettere a rischio la propria incolumità e quella degli altri, soprattutto dei pedoni. Nel 2020, infatti, sono stati oltre 564 gli incidenti che hanno visto il coinvolgimento di monopattini elettrici. Più di due sinistri al giorno che hanno registrato una vittima, 518 feriti su monopattini, 33 pedoni investiti e altre 44 vittime a bordo di altri mezzi, soprattutto biciclette e motocicli. Dall’inizio del 2021, invece, sono morte almeno 4 persone in incidenti che hanno visto coinvolti i monopattini».

«Per la sua conformazione – prosegue – il monopattino è più pericoloso di una bicicletta, oltre a permettere velocità più elevate: per questo accogliamo anche noi il suggerimento del presidente Sticchi Damiani di prevedere sui nuovi mezzi targhette di identificazione, un regime di omologazione e l’obbligo di assicurazione per i monopattini con più di 300 Watt. Indispensabile anche l’obbligo del casco per tutti, maggiorenni compresi». 

«Siamo consapevoli della comodità di questa nuova mobilità dolce – continua Gelli – che soprattutto in estate fornisce un mezzo di trasporto veloce e pratico. Non dobbiamo però mai dimenticare che la sicurezza in strada è indispensabile per tutti. Per questo stiamo studiando la possibilità di organizzare una giornata di formazione teorica e pratica per chi utilizza i monopattini. Fornire tutti gli strumenti per guidare bene ogni mezzo è l’unico modo per garantire strade sicure. Come ha dichiarato anche il presidente Sticchi Damiani, siamo a favore della formazione che coinvolga anche le scuole superiori, le università e le autoscuole, in modo da rilasciare una sorta di “patentino”: è impensabile, infatti, mettersi alla guida di un qualunque mezzo senza la minima preparazione e consapevolezza sui potenziali pericoli, per se stessi e per gli altri. Farlo per noi è il modo più naturale e spontaneo: da sempre, come Aci Lucca, lavoriamo insieme ai bambini e agli studenti affinché diventino ambasciatori dell’educazione stradale anche con i genitori e con gli adulti». 

Il cordoglio di Aci Lucca per la scomparsa del delegato Alessandro Marchi

Tutta la grande famiglia di Aci Lucca, il presidente Luca Gelli, il direttore Luca Sangiorgio, il consiglio direttivo, i colleghi delegati, il personale e gli agenti Sara si stringono intorno alla famiglia di Alessandro Marchi, storico delegato di Fornaci di Barga,  scomparso nella giornata di ieri.

«Alessandro era una persona speciale – commentano dalla sede centrale di Aci Lucca – che sapeva farsi volere bene da tutti. Per quarant’anni si è preso cura della comunità di Fornaci, di quell’ufficio Aci che aveva fondato e dove è rimasto attivo fino a quest’anno, quando è stato poi costretto a passare il testimone. Era un punto di riferimento, estremamente professionale e competente, ma soprattuto gentile, disponibile, affabile».

«Non perdiamo solo un collega – proseguono – perdiamo un amico, una persona di famiglia. Ed è alla famiglia che rivolgiamo il nostro pensiero e il nostro abbraccio più forte e sincero».

Successo per il driving test a Castelnuovo

Successo per il driving test organizzato da Aci Lucca a Castelnuovo di Garfagnana. Nella zona dello stadio, sabato scorso (31 luglio), si è tenuta l’iniziativa dedicata alla guida sicura e responsabile, organizzata dall’Automobile Club con il sostegno del Lions Club Garfagnana e in collaborazione con le autoscuole Simone Aquilini e Nadia autoscuola.
Per tutta la giornata si sono alternati alla guida giovani e neo-patentati alle prese con i programmi delle scuole guida Aci Ready2Go, il programma Aci dedicato alla guida sicura, attraverso programmi e percorsi di apprendimento pratico capaci di insegnare ai ragazzi come gestire qualsiasi situazione che possa presentarsi in auto, comprese quelle più avverse.

A Castelnuovo di Garfagnana appuntamento con il driving test gratuito

Una giornata interamente dedicata alla guida sicura e responsabile: questo il programma dell’appuntamento gratuito che Aci Lucca ha organizzato per sabato 31 luglio, con l’obiettivo di insegnare ai giovani, e non solo, le buone pratiche al volante.
Sabato 31 luglio, nella zona dello stadio di Castelnuovo di Garfagnana, dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 19 sarà possibile effettuare un driving test gratuito su strada e mettersi alla prova con il simulatore di guida. Strada scivolosa, manto bagnato, ma anche curve a gomito e frenate improvvise: con il driving test organizzato da Aci si può imparare la differenza tra guidare e guidare bene.

L’iniziativa, che ha ottenuto il patrocinio del Comune di Castelnuovo di Garfagnana, è organizzata grazie al sostegno del Lions Club Garfagnana e in collaborazione con le autoscuole Aquilini Simone e con la Nadia autoscuola. Entrambe le scuole guida sono affiliate al progetto Aci Ready2Go, che forma conducenti consapevoli e responsabili attraverso metodi didattici innovativi, fin dal primo approccio con la strada.

Per partecipare è sufficiente recarsi direttamente sul post e lasciare i propri dati. Tutta la giornata, infatti, si svolgerà nel pieno rispetto delle normative anti-Covid 19.

NUOVI LOCALI PER LA SEDE DI ACI FORNACI DI BARGA

Nuova vita per i locali di Aci Fornaci di Barga. La storica sede dell’Automobile Club, infatti, è stata completamente ammodernata e arricchita di tanti nuovi servizi. La cerimonia di inaugurazione si è tenuta questa mattina, in via della Repubblica, 282 a Fornaci di Barga, alla presenza del direttore di Aci Lucca, Luca Sangiorgio, del nuovo responsabile dell’ufficio, Simone Aquilini, e dell’assessora alle attività produttive del Comune di Barga, Francesca Romagnoli.

«Quella di Fornaci – commenta il direttore Sangiorgio – è una delegazione storica. Attiva da oltre 40 anni, ha all’attivo più di 700 soci che anno dopo anno hanno contribuito a rafforzare la presenza del Club sul territorio. Con questa inaugurazione si apre un nuovo capitolo della storia dell’ufficio, che, grazie all’intraprendenza di Simone Aquilini, siamo sicuri vivrà momenti di grande successo e soddisfazione. Aquilini, infatti, ha già all’attivo la gestione di molti altri punti Aci sul territorio lucchese: Guamo, Borgo Giannotti, Castelnuovo di Garfagnana e adesso anche Fornaci di Barga».

«Inaugurare un’attività – commenta l’assessora Romagnoli –  è sempre qualcosa di positivo per i paesi come il nostro, specialmente poi in questo momento particolare. Aci è sempre stato presente ed importanti sono i servizi che offre, quindi averlo sul territorio è una risorsa e opportunità fondamentale. Ringrazio pertanto i dirigenti che hanno confermato  e rinnovato la sede su Fornaci di Barga».

I NUOVI LOCALI. La nuova sede di Aci Fornaci di Barga si sposta di pochi metri, trovando spazio in via della Repubblica, 282. Gli uffici sono stati completamente rinnovati e ampliati, in modo da consentire un netto miglioramento e un incremento dei servizi offerti ai cittadini. Accanto all’ufficio tradizionale, inoltre, si trova anche l’Autoscuola Ready2Go, l’innovativo programma pensato da Aci Italia per insegnare ai ragazzi a guidare bene. Oltre al programma ministeriale di prassi, infatti, ai giovani vengono proposti moduli specifici legati alla sicurezza stradale e prove pratiche in condizioni critiche, come il cambio gomme, il montaggio delle catene o la guida su strade ghiacciate e scivolose. Un percorso completo, dunque, per mettersi alla guida davvero in sicurezza.

Presso l’ufficio Aci di Fornaci di Barga si troveranno, inoltre, tutti i servizi offerti dall’Automobile Club: si potrà pagare il bollo e rinnovare la patente, grazie anche alla presenza del medico il lunedì, dalle 17 alle 19, e il mercoledì, dalle 15 alle 16. La sede resta aperta dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19, e il sabato dalle 9 alle 12. Per info: 0583 708367; lu035@delegazioni.aci.it; studioaquilinisimone@per.it.

Giovanni Mori si impone nella 4^ Coppa Ville Lucchesi

È ancora la BMW M3 di Giovanni Mori al centro dei brindisi finali della Coppa Ville Lucchesi, confronto organizzato da Automobile Club Lucca e Maremmacorse 2.0 e giunto alla sua quarta edizione. Il driver “di casa”, affiancato nel ruolo di copilota da Michele Frosini, ha conquistato la vittoria assoluta con una prestazione cristallina, confermando lo status di campione in carica. Al volante dell’esemplare di 4° Raggruppamento, Giovanni Mori si è imposto in tutti e sei i passaggi previsti sulle prove speciali “Pizzorne”, “Boveglio” e “Bagni di Lucca”, lasciando agli avversari le restanti posizioni del podio.

Alle spalle dei vincitori, in seconda piazza hanno concluso Mauro Simontacchi e Giampaolo Mantovani, anch’egli su un esemplare di BMW M3, seguita – a chiusura del podio assoluto – dalla Opel Kadett GTE di Luca Andreotti e Massimo Salvucci, primi interpreti del confronto dedicato al 3° Raggruppamento.

Il primo gradino del podio di 2° Raggruppamento è andato a Simone Lenzetti ed Elena Cecconi, su Lancia Fulvia Coupè.

Un distacco marcato, quello imposto da Giovanni Mori agli inseguitori. Una performance valsa al portacolori della scuderia Jolly Racing Team un pronto riscatto dopo il ritiro subito al Rally del Carnevale Storico, confronto affrontato ad inizio stagione.

Classifiche complete su: http://rally.ficr.it

56^ Coppa Città di Lucca: vittoria per Luca Pierotti (Skoda Fabia R5)

Sono Luca Pierotti e Manuela Milli i vincitori della 56^ Coppa Città di Lucca, gara organizzata da Automobile Club Lucca in co-organizzazione con Maremmacorse 2.0 che ha interessato le strade della provincia nelle giornate di venerdì e sabato. L’equipaggio locale – grazie ad una performance concreta sulla Skoda Fabia R5 Evo del team locale MM Motorsport – ha potuto così brindare alla prima vittoria sulle strade di casa, cementando ulteriormente il feeling con l’esemplare dotato di ultima evoluzione tecnica rilasciata dalla casa madre. Una progressione decisa, quella dei portacolori della scuderia Jolly Racing Team, saliti ai vertici della classifica assoluta nella prova inaugurale, la “Pizzorne” ed al centro, nella fase centrale di gara, di una condotta che li ha visti respingere l’attacco finale di Luca Panzani, anch’egli alla guida di una Skoda Fabia R5 Evo e tornato alle competizioni dopo quattro mesi di stop. Una seconda posizione, quella del pilota lucchese, condivisa con Alessia Bertagna e condizionata, sui chilometri di avvio di gara, da un testacoda che ne ha appesantito il riscontro cronometrico. Un vero e proprio derby, quello inscenato dai due esponenti del rallismo lucchese, risolto sui chilometri della “Bagni di Lucca” finale. Chilometri, quelli espressi dalla prova conclusiva, che hanno regalato a Luca Panzani il miglior tempo ma che hanno visto prevalere – per due secondi – Luca Pierotti nella classifica assoluta. Sul terzo gradino del podio è salito Federico Gasperetti. Il pilota della Montagna Pistoiese, affiancato da Federico Ferrari sulla Skoda Fabia R5, è stato rallentato da un’errata scelta di gomme adottata alla partenza della gara, particolare che ne ha condizionato la prestazione per l’intero primo giro di speciali. In quarta piazza hanno concluso Alberto Roveta e Nicolò Gonella, con la loro Skoda Fabia R5 protagonista di un testacoda nella terza prova speciale. Una condotta soddisfacente, quella del pilota monegasco, chiamato al secondo impegno stagionale dopo l’amaro ritiro subito al Rally Internazionale del Taro. A chiudere la “top five” è stato Alberto Heller, pilota cileno protagonista nel WRC 3 – la serie iridata dedicata ai driver privati – ed impegnato a Lucca nel primo approccio verso il fondo catramato, affiancato su Volkswagen Polo R5 da Marc Marti, copilota di fama internazionale con un passato contraddistinto da un ruolo di primo piano nel Campionato del Mondo Rally. Sesta posizione per l’elbano Andrea Volpi, chiamato a confermare le buone sensazioni destate al volante della Skoda Fabia R5 nei precedenti appuntamenti. Un impegno, quello valido per la Coppa Rally di Zona 6, condiviso dall’isolano con il copilota David Castiglioni e caratterizzato da un debito di feeling con la turbocompressa boema nelle fasi iniziali di gara, non essendo entrato “in sintonia” con le caratteristiche del percorso. In settima piazza si è elevato Luciano D’Arcio, tornato sul sedile della Skoda Fabia R5 a due anni dall’ultimo utilizzo ed affiancato da Elena Giovenale. Hanno chiuso nella “top ten”, in ottava posizione, Pierluigi Della Maggiora e Valerio Favali (Skoda Fabia R5), seguiti da Roberto Vescovi e Giancarla Guzzi, con la loro Renault Clio S1600 prima classificata tra le vetture a due ruote motrici. Al decimo posto, la Skoda Fabia R5 di Luca Cecchettini e Paolo Garavaldi, con il pilota lucchese che ha concluso nella classifica assoluta il primo impegno stagionale.

140, gli equipaggi che hanno visto la partenza del confronto moderno, nove le vetture protagoniste del contesto storico, la Coppa Ville Lucchesi: un successo di adesioni che ha assecondato a pieno le aspettative degli organizzatori.

Classifiche complete su: http://rally.ficr.it

Successo di adesioni per la 56^ Coppa Città di Lucca e per la 4^ Coppa Ville Lucchesi: 153 iscritti

Una conferma a tre cifre, quella che ha assecondato l’impegno di Automobile Club Lucca e Maremmacorse 2.0 nell’organizzazione della 56^ Coppa Città di Lucca e 4^ Coppa Ville Lucchesi, in programma nelle giornate di venerdì e sabato. Centocinquantatré, gli interpreti del doppio confronto valido per la Coppa Rally di Zona e per il Trofeo Rally di Zona, palcoscenici che proietteranno la provincia di Lucca al centro dell’interesse motosportivo nazionale rivolto al panorama moderno e storico. 

“Un grande, grandissimo successo – commenta il presidente di Automobile Club di Lucca, Luca Gelli -, per un doppio appuntamento nel quale tutti noi organizzatori, a partire proprio dall’Ac Lucca, crediamo moltissimo. 153 iscritti è una cifra che fa sobbalzare il cuore, perché ci ripaga dell’impegno massimo che abbiamo messo, anche quest’anno, per organizzare questo doppio appuntamento. Parlare di Rally non significa solo parlare di sport, ma di vita, di emozioni, di sentimenti, di cultura. La 56ª Coppa Città di Lucca e la 4ª Coppa Ville Lucchesi non si limitano ad essere gare che attraversano il territorio: sono parte integrante del territorio stesso. Per tutto questo mi sento di ringraziare le professionalità dell’Automobile Club di Lucca, di Maremma Corse 2.0, di Lucca Corse, per il supporto tecnico, e di Aci Sport e Aci Storico. E grazie anche alla dirigenza della Lucchese, che ha saputo accogliere e interpretare questa opportunità, facendola diventare nuova crescita anche per la società rossonera. E grazie ovviamente agli enti e alle istituzioni, che come ogni anno ci accompagnano in questo percorso, così la Provincia di Lucca e i Comuni di Lucca, Capannori, Villa Basilica e Bagni di Lucca”.

UN ELENCO DI “GRANDI FIRME”. Preannuncia agonismo e massima incertezza il confronto rivolto all’ “attico” della classifica assoluta. Venti le vetture di classe R5 attese allo start della Coppa Città di Lucca: una bagarre annunciata, con le ambizioni degli interpreti della categoria maggiore a confermarsi valore aggiunto sugli oltre sessanta chilometri proposti dalla gara. A partire con il numero uno sulle fiancate di una Skoda Fabia sarà Stefano Gaddini, sulle strade che – proprio un anno fa – lo hanno visto debuttare al volante della turbocompressa boema. Ha confermato la propria adesione anche Federico Gasperetti (anch’egli su Skoda Fabia), vincitore del recente Rally degli Abeti e tra i principali indiziati ad un ruolo da protagonista nella Coppa Rally di Zona, con Luca Pierotti intento a confermare le buone sensazioni destate in occasione del primo approccio al volante della Skoda Fabia in versione Evo, al Rally degli Abeti, archiviato in seconda posizione assoluta. Sarà “della partita” anche Luca Panzani, atteso su Skoda Fabia R5 in un confronto che lo vede accreditato alle altissime zone della classifica assoluta, forte della vittoria conquistata al Rally del Carnevale di inizio stagione. Si attendono conferme dall’elbano Andrea Volpi (Skoda Fabia), tra i protagonisti della serie promossa da Aci Sport, dall’esperto Mauro Lenci – tornato sulla Skoda Fabia dopo aver conquistato la vittoria al Rally degli Abeti Storico su Peugeot 205 – e da Luciano D’Arcio, su Skoda Fabia R5. Esordio sulla Skoda Fabia R5 per Sebastiano Galliani, atteso dopo sette anni di inattività ad una collaborazione dal sapore “amarcord”. Il pilota lucchese condividerà con Giacomo Ciucci la prima esperienza al volante della vettura, riproponendo sui suoi vetri un binomio che ha contraddistinto il rallismo anni ottanta. A catalizzare l’interesse degli appassionati sarà anche la presenza di Alberto Heller (Volkswagen Polo), pilota cileno tra i protagonisti del WRC 3, il confronto dedicato ai privati proposto dal Mondiale Rally. Un appeal internazionale, quello proposto dalla Coppa Città di Lucca, con la bandiera francese ben impressa sui vetri della Citroën C3 di Jean Francois Succi, unico esemplare della Doppia Spiga impegnato in un confronto che vede in modo prevalente la presenza di Skoda Fabia. Hanno confermato la loro presenza anche Luca Cecchettini (al primo impegno stagionale) ed Alberto Roveta, entrambi al volante di Skoda Fabia R5. Tra le vetture a due ruote motrici, a contendersi lo “scettro” sarà uno schieramento di grandi interpreti: da Roberto Vescovi e Gabriele Lucchesi, entrambi in gara su Renault Clio S1600 ad una rappresentativa del marchio Renault espressa dalle linee delle Clio R3 di Alessandro Ciardi, Simone Di Giovanni, Claudio Fanucchi e Andrea Simonetti. 

Dieci, gli equipaggi che si contenderanno le classifiche di raggruppamento della 4^ Coppa Ville Lucchesi. Ad ambire alla vittoria assoluta sarà il “campione in carica” Giovanni Mori, su BMW M3, esemplare di un quarto raggruppamento che ha fatto registrare la presenza di Fabio Alessi (Ford Sierra Cosworth), Mauro Simontacchi (BMW M3), Andrea Guerrieri (Fiat Ritmo Abarth) e Paolo Lulli, tornato a recitare un ruolo di primo piano sulla Peugeot 205 che ne ha contraddistinto le fasi principali della carriera. Riflettori puntati anche sulle linee della Renault 5 Alpine di Adelchi Gasperetti e sulla “vispa” Autobianchi A112 di Nicola Tonetti, rappresentanti del terzo raggruppamento insieme alla Opel Kadett di Luca Andreotti. Sfida a due nel secondo raggruppamento, interessato dal confronto tra Simone Lenzetti (Lancia Fulvia Coupè) e David Andreini (Autobianchi A112). 

LA “BAGNI DI LUCCA” IN DIRETTA STREAMING. Saranno le telecamere di Rally Dreamer TV, struttura legata all’emittente nazionale Sportitalia, a garantire la diretta streaming delle evoluzioni proposte dai protagonisti sulla prova speciale “Bagni di Lucca” nei due passaggi previsti alle ore 14.08 e 18.55. Un’iniziativa promossa da Automobile Club Lucca nell’intento di assecondare le aspettative degli appassionati e che sarà fruibile attraverso la pagina facebook di Rally Dreamer TV. 

IL PROGRAMMA DI GARA. Tre, le prove speciali che i protagonisti dei due confronti affronteranno per due volte, con la “Pizzorne” ad inaugurare il lotto e la riproposizione, dopo anni di assenza, dei sette chilometri e mezzo della “Boveglio”, caratteristica di un’edizione 2021 che interesserà anche l’asfalto della “Bagni di Lucca” e che vedrà, dal punto di vista operativo, la collaborazione di Lucca Corse per un totale di oltre sessanta chilometri sotto osservazione cronometrica. La 56^ Coppa Città di Lucca e la 4^ Coppa Ville Lucchesi vedranno accendere i riflettori sulle vetture protagoniste del confronto nella giornata di venerdì 16 luglio con le operazioni di verifica tecnica e lo shakedown, ovvero il test con vetture da gara che garantirà agli equipaggi partecipanti un primo approccio con l’agonismo, gettando le basi per una tattica di gara che – nella fase centrale del confronto – verrà perfezionata dalle squadre all’interno del parco assistenza, con gli ampi spazi messi a disposizione all’interno del Piazzale don Franco Baroni, nell’area che da anni caratterizza l’evento, quella “delle Tagliate”. Sabato 17 luglio tutta l’attenzione sarà catalizzata verso le evoluzioni e i riscontri cronometrici, con la partenza prevista dall’area antistante lo stadio Porta Elisa alle ore 12.31 e l’arrivo, programmato nella medesima location dalle ore 20.09, con le premiazioni assolute e di categoria. 

Info, iscrizioni, programma e materiali di gara:

www.aciluccasport.it; www.coppacittadilucca.it; www.coppavillelucchesi.it