Mattia Vita corre la Rok Superfinal 2022

Mattia Vita, giovane pilota lucchese, scalda i motori del suo kart a impatto zero per la Rok Superfinal 2022, la gara mondiale che lo vedrà impegnato a Lonato (Brescia). Già vincitore dello Shifter Rok nel 2020 per la Rok Cup Italia, Vita sarà impegnato dal 19 al 22 ottobre sul circuito South Garda Karting per le prove e per la finalissima di questa prestigiosa competizione internazionale.

Mattia Vita, classe 1996, cresciuto in mezzo alle auto e alle piste: corre con il kart dall’età di 4 anni e, nel corso della sua carriera motoristica, si è trovato a scontrarsi in diverse occasioni con piloti del calibro di Charles Leclerc e Max Verstappen, oggi protagonisti della Formula 1, riuscendo, in alcuni casi, ad avere la meglio su di loro.

Vita è accompagnato nelle sue avventure a quattro ruote da Massimiliano Bosi, fiduciario sportivo di Aci Lucca e vera e propria “guida” che ha facilitato il rapporto di Mattia con le aziende del settore della carbon neutrality e dell’high technology. Il pilota Vita, infatti, ha scelto un percorso a zero impatto ambientale: il kart guidato da Mattia sarà il primo ad essere “carbon neutral” nella disciplina, grazie alla partnership avviata con Forever Bambù, holding della green economy e leader europeo nella piantumazione del bambù gigante.Un impegno costante, quello del pilota lucchese, diventato anche ambasciatore del progetto Forever Zero CO2: grazie alla collaborazione con questo partner, Vita ha deciso di azzerare le proprie emissioni di CO2 e diventare carbon negative per tutte le sue gare, da oggi e per i prossimi dieci anni.

A Mattia Vita e al suo team vanno le congratulazioni e l’in bocca al lupo della grande famiglia di Aci Lucca: “Vita – commentano Luca Gelli e Luca Sangiorgio, rispettivamente presidente e direttore dell’Automobile Club lucchese – rappresenta una delle stelle più luminose del firmamento motoristico lucchese. Una testimonianza di come il nostro territorio sia davvero casa e culla di grandi professionisti. In bocca al lupo a Mattia, al nostro grande Max Bosi e a tutta la squadra”.
Il pilota. Classe 1996, Mattia è una giovane promessa che ha esordito nel kart a quattro anni, vincendo la sua prima gara a nove, meritando l’ingresso nella Ferrari Driving Academy. Dopo essersi confrontato con molte delle attuali stelle della F1 in kart (Verstappen, Leclerc, Ocon ed altri) ha corso in Formula3 e Formula Indy per poi esordire nei Rally. È recentemente rientrato nel mondo Kart dalla porta principale classificandosi primo in competizioni di livello mondiale. Nei Rally si è già messo in mostra su palcoscenici internazionali, chiudendo al quarto posto nel Campionato Europeo 2018. Accanto ha un navigatore di razza, Max Bosi, istruttore federale ACI Sport, con esperienze nazionali e internazionali dal 1993.

Ruote nella Storia: un successo

Grande successo per il primo raduno Ruote nella storia, organizzato da Aci Sport e Aci Storico, con il supporto organizzativo e logistico di Aci Lucca e Lucca Corse e la collaborazione dei Comuni di Altopascio e Montecarlo.

Diciassette equipaggi provenienti da tutta Italia hanno attraverso Altopascio, Montecarlo e ancora Gragnano, Tofori, S. Andrea in Caprile, S. Pietro a Marcigliano, Valgiano e Matraia per raggiungere infine Villa Reale: un vero e proprio tour tra le bellezze del territorio, arricchite dall’eleganza delle più belle auto storiche di tutti i tempi tra le quali anche una Bugatti T 23 Brescia del 1923, una Triumph TR3A del 1959 e una MG A Coupé A 1600 del 1960. Al termine della giornata, i partecipanti hanno ricevuto come premio un’opera del pittore altopascese Giuseppe Fami.

Tutto pronto per Ruote nella storia

È tutto pronto per Ruote nella storia. Domenica 4 settembre, sulle strade di Altopascio e Montecarlo romberanno i motori delle più belle auto d’epoca: diciassette gli equipaggi iscritti al raduno, in arrivo da tutta Italia, che sfileranno con la loro eleganza su un percorso suggestivo che assicurerà tanto divertimento e tanta bellezza.

A Ruote nella storia sarà possibile ammirare un’Alfa Romeo Spider 1300 del 1973, l’iconica Jaguar E-Type del 1966, una Mercedes SL 230 del 1964, una MG Coupè del 1960 e anche una splendida Bugatti T 23 Brescia 1500 del 1923, modello protagonista indiscusso della Milla Miglia: un’occasione davvero imperdibile per gli appassionati per vedere da vicino le auto che hanno fatto sognare intere generazioni.

“Ci siamo: siamo arrivati alle ultime ore prima di Ruote nella storia – commenta il direttore di Ac Lucca Luca Sangiorgio -. Questo raduno è un vanto per la nostra delegazione, perché riserva una vetrina speciale a quelle vetture che rappresentano il patrimonio motoristico italiano e non solo. Siamo davvero soddisfatti perché gli equipaggi iscritti sono molti e in arrivo anche da altre regioni. Questo è un fatto che dà lustro alla nostra manifestazione e centra lo scopo per cui è stata ideata: coniugare la passione per le auto con la scoperta delle bellezze del nostro territorio. A nome di Ac Lucca, – prosegue Sangiorgio – voglio ringraziare le amministrazioni comunali di Altopascio e Montecarlo e alla Villa Reale di Marlia per la preziosa sinergia a livello organizzativo: grazie alla loro collaborazione, siamo stati in grado di tratteggiare un programma di alto livello. Un sentito ringraziamento lo rivolgo anche al pittore altopascese Giuseppe Fami per aver realizzato e donato una sua opera che è diventata il premio che consegneremo a tutti i partecipanti: un ricordo unico che li accompagnerà sulla strada del ritorno”.

IL PROGRAMMA. Domenica 4 settembre, nella Sala dei Granai di Altopascio, in piazza Ospitalieri 5, alle 8.30 si svolgeranno le operazioni di accreditamento degli equipaggi e le verifiche sportive. Alle 9, le vetture partiranno da piazza Ricasoli alla volta di Montecarlo: dopo il passaggio nel centro storico, si svolgerà il controllo a timbro previsto in piazza Carrara. Alle 10.30, le auto proseguiranno verso la “Quercia delle Streghe” per il secondo controllo a timbro per poi attraversare Gragnano, Tofori, S. Andrea in Caprile, S. Pietro a Marcigliano, Valgiano, Matraia, fino ad arrivare alla Villa Reale di Marlia. Alle 11, gli equipaggi saranno accompagnati alla visita guidata della villa per poi effettuare il terzo controllo a timbro. Alle 12.30 le vetture partiranno per rientrare nella cittadina del Tau: qui si svolgerà l’ultimo controllo a timbro e il pranzo per tutti i partecipanti al ristorante “La Loggia”. La premiazione fissata per le 15 in piazza Ricasoli chiuderà la manifestazione.

Ruote nella storia è il raduno non competitivo organizzato da Aci Sport e Aci Storico, con il supporto organizzativo e logistico di Aci Lucca e Lucca Corse.

Ultimi giorni per iscriversi a Ruote nella Storia

Ultimi giorni per iscriversi a Ruote nella storia, il raduno dedicato alle auto d’epoca che attraverserà i comuni di Altopascio e Montecarlo, in programma domenica 4 settembre: c’è tempo fino alle 12 del 28 agosto, infatti, per inviare la scheda di iscrizione. L’evento è un’iniziativa nazionale promossa da Aci Storico ed è organizzato da Aci Lucca, con il patrocinio dei Comuni di Altopascio e Montecarlo e con la collaborazione di Lucca Corse.

Il corteo partirà da Altopascio, per arrivare fino a Villa Reale, attraversare Montecarlo e tornare, poi, nella cittadina del Tau per le premiazioni.

Possono partecipare le auto immatricolate prima del 31 dicembre 1990 e in possesso del certificato che ne attesti la storicità: c’è tempo fino alle 12 del 28 agosto per inviare il modulo di partecipazione scaricabile dal sito www.lucca.aci.it.

Per assistenza amministrativa: segreteria@lucca.aci.it, 0583.505495.

Per le informazioni tecnico sportive, invece, è possibile contattare il Fiduciario provinciale ACI Sport, Massimiliano Bosi, al numero 348.6805135.


Ruote nella storia: appuntamento con le “storiche”

Dopo il grande successo della 57^ edizione della Coppa Città di Lucca, l’Automobile Club lucchese dà appuntamento ad appassionati e sportivi per il raduno non competitivo “Ruote nella storia” in programma domenica 4 settembre. Sulle strade di Altopascio e Montecarlo, sono attese auto immatricolate non prima del 1990 e relativi equipaggi, impegnati in un lungo e suggestivo corteo, tra bellezze del territorio – come la Villa Reale di Marlia – e specialità enogastronomiche. Le iscrizioni sono aperte fino alle 12 del 28 agosto.

“Le auto d’epoca sono il nostro patrimonio storico più prezioso – commenta il direttore Luca Sangiorgio – e abbiamo voluto dedicare loro un raduno speciale. “Ruote nella storia” è un’iniziativa nazionale promossa da Aci Storico e ha come scopo quello di valorizzare le “signore” che hanno fatto la storia dell’automobilismo e le bellezze del territorio. Per partecipare basta essere proprietari di un’auto immatricolata prima del 31 dicembre 1990 e avere voglia di correre sulle nostre belle strade. Come Automobile Club ci teniamo a ringraziare i Comuni di Altopascio e Montecarlo, che non ci hanno mai fatto mancare il loro sostegno, Aci Storico e Lucca Corse».IL PROGRAMMA. Domenica 4 settembre, dalle 8 alle 9, in Sala Granai ad Altopascio si terranno le operazioni di accreditamento e le verifiche preliminari in vista della partenza, fissata alle 9.30 da Piazza Ricasoli. Il primo controllo a timbro, è in programma alla Quercia delle Streghe, dentro la Villa Carrara di Gragnano: da qui, il corteo proseguirà attraversando le più belle colline del territorio, tra Tofori, Sant’Andrea in Caprile, San Pietro a Marcigliano, Valgiano, per arrivare alla Villa Reale di Marlia. Dalle 11 alle 12, dopo il secondo controllo a timbro, gli equipaggi saranno accompagnati a scoprire la Villa, per poi continuare il viaggio verso Montecarlo. In piazza Carrara sarà effettuato l’ultimo controllo prima di tornare ad Altopascio dove, alle 13.30, è previsto il pranzo con piatti tipici del territorio. La premiazione si terrà alle 15, in piazza Ricasoli. I partecipanti riceveranno come ricordo la stampa di un’opera realizzata appositamente per l’occasione dal pittore altopascese Giuseppe Fami.

Il raduno è riservato a tutte le vetture immatricolate prima del 31 dicembre 1990 e provviste di certificato attestante la storicità della vettura. Per iscriversi è sufficiente compilare i moduli scaricabili dal sito www.lucca.aci.it e inoltrarli all’indirizzo segreteria@lucca.aci.it. Per assistenza amministrativa: segreteria@lucca.aci.it, 0583.505495. Per le informazioni tecnico sportive, invece, è possibile contattare il Fiduciario provinciale ACI Sport, Massimiliano Bosi, al numero 348.6805135.

“Ruote nella Storia” è organizzato da Aci Lucca, con il patrocinio dei Comuni di Altopascio e Montecarlo e con la collaborazione di Lucca Corse.

La Fiat di Fontana è pronta per la Lima – Capo Horn

La Fiat 2003s Coupé, classe 1966, è partita per alla volta di Lima: il pilota, Pier Luigi Fontana, l’ha vista per l’ultima volta in occasione della tradizionale benedizione, in attesa di rincontrarla in Perù il prossimo 18 ottobre, pronta a scattare sulle strade della Lima – Capo Horn per il rally che solca il Sud America.

L’attesa per la traversata fissata per il prossimo 22 ottobre, quindi, sta crescendo giorno dopo giorno. Pier Luigi Fontana, accompagnato dal navigatore Michele Lumbroso, grande conoscitore delle auto storiche, consigliere e commissario tecnico del Club Balestrero, sarà impegnato per 30 giorni nella gara che toccherà Perù, Bolivia, Cile, Argentina fino alla fine del mondo, la Terra del fuoco. In Argentina, l’equipaggio avrà la possibilità di correre ogni giorno in un autodromo diverso con vere e proprie gare di velocità.

L’auto e l’equipaggio hanno ricevuto la tradizionale benedizione che spetta a ogni mezzo e a ogni avventuriero prima di un’impresa epica. Palcoscenico d’eccezione per la cerimonia è stata l’Officina di auto da corsa Prampolini di Carrara: un tempio laico delle auto d’epoca e degli sport motoristici, gestito e curato da Mauro Prampolini, storico tecnico Ferrari e poi Bizzarrini.

Saranno dunque oltre 11mila i chilometri da percorrere in 30 giorni, uno per ogni tappa. Un vero e proprio rally con tempi e percorrenze. A sostenere l’impresa, l’Automobile Club di Lucca con il presidente Luca Gelli, il direttore, Luca Sangiorgio e il delegato di Aci Arancio, Luca Ciucci.

La 57^ Coppa Città di Lucca è di Rudy Michelini: en-plein ed undicesima vittoria sulle strade “di casa”

È la Volkswagen Polo Rally2 di Rudy Michelini, la vettura “regina” della 57^ Coppa Città di Lucca. Il pilota lucchese si è aggiudicato tutte le prove speciali dell’appuntamento valido per la Coppa Rally di Zona 6, organizzato da Automobile Club Lucca in co-organizzazione con Maremmacorse 2.0 e New Lucca Corse. Una vittoria, quella di Rudy Michelini, valsa l’undicesimo “alloro” sulle strade di casa, condivise con il copilota Luca Spinetti e con il team HK Racing, struttura che lo sta affiancando nella programmazione stagionale, articolata sulla partecipazione al Campionato Italiano Assoluto Rally.
 
A condizionare ed elevare il tasso tecnico della gara è stata l’incertezza meteo, particolare che ha contraddistinto l’intero svolgimento della competizione e che ha reso decisive le scelte degli pneumatici messe in atto al parco assistenza. Un avvio aggressivo, quello del driver locale, garante di un distacco già marcato – dopo la prova di apertura – nei confronti del primo inseguitore, Luca Panzani, al centro di una performance costante valsa la seconda posizione assoluta, conquistata a distanza di cinque mesi dall’ultimo utilizzo della Skoda Fabia Rally 2, vettura che lo ha visto affiancato da Francesco Pinelli. La lotta per la terza posizione del podio aveva chiamato in causa, nel corso delle prime battute di gara, Gianluca Tosi ed il parmense Roberto Vescovi, entrambi sui sedili di Skoda Fabia Rally2. Ad avere la meglio, all’arrivo ambientato davanti all’Antico Caffè delle Mura, è stato Roberto Vescovi, “terza forza” insieme alla copilota Giancarla Guzzi. Cinque, i secondi che hanno visto l’emiliano regolare la Skoda Fabia Rally2 di Luca Pierotti e Manuela Milli, con il pilota locale attardato da un errore in partenza della prima prova speciale, costato dieci secondi. Con una performance crescente, reagendo ad un problema legato ad un debito di potenza della sua Citroën C3 Rally2, ha conquistato la “top five” il pistoiese Fabio Pinelli. Il pilota, all’esordio sulla vettura ed affiancato da Francesco Magrini, è riuscito a prevalere nei confronti di Federico Rossi e Giuseppe Bernardi, con il pilota in gara su una Citroën C3 Rally2 che – come quella di Pinelli – era equipaggiata con pneumatici MRF. È tornato tra i primi dieci piloti assoluti, nella stagione sportiva che lo ha visto tornare alle competizioni dopo ventidue anni di inattività, Frido Pieretti. Il pilota, insieme alla copilota Sara Baldacci, ha concluso in settima piazza. Esordio sulla Skoda Fabia Rally2 soddisfacente per Alessio D’Alessandro e Nicola Biagi, protagonisti di una condotta valsa il raggiungimento dell’ottava posizione assoluta, risultato che ha visto l’equipaggio precedere la Skoda Fabia Rally2 di Mario Lazzareschi e Keti Quiriconi, tornati sui sedili della turbocompressa boema dopo nove mesi e rallentati da una errata scelta di gomme messa in atto nella fase centrale di gara. A chiudere la classifica dedicata alle prime dieci posizioni assolute la Skoda Fabia Rally2 di Vittorio Ceccato e Rudy Tessaro, attardati da una foratura accusata sulla prima prova speciale. Stessa problematica che ha coinvolto un altro atteso protagonista della gara, l’emiliano Gianluca Tosi, con la sua Skoda Fabia Rally2 al centro della sostituzione dello pneumatico anteriore sinistro sui chilometri della seconda prova speciale. Una procedura che ha attardato di cinque minuti il suo riscontro cronometrico, privando il pilota della possibilità di lottare per la terza posizione del podio. Tra le vetture a due ruote motrici, a prevalere è stata la Renault Clio S1600 di Pierangelo Villa e Michael Adam Berni, peraltro undicesimi assoluti.
 
Grande, la risposta del pubblico relativa al ritorno della competizione sulle Mura urbane, cornice che è tornata ad ambientare l’arrivo della gara dopo alcuni anni di lontananza legata all’emergenza epidemiologica. Consensi riscontrati anche lungo le prove speciali “Pizzorne”, “Boveglio” e “Bagni di Lucca”, con gli appassionati che hanno accompagnato le performance dei centotredici equipaggi partenti lungo il percorso. La partenza degli equipaggi aveva invece coinvolto la sede di Automobile Club Lucca, con Via Catalani al centro della cerimonia di apertura dell’appuntamento valido come quinta prova della Coppa Rally di Zona 6.
 
 

Coppa Città di Lucca: si accendono i motori

Tutto pronto per la 57esima edizione della Coppa Città di Lucca, organizzata da Aci Lucca in collaborazione con la scuderia Maremma Corse 2.0 e con il supporto tecnico della New Lucca Corse. Un evento imperdibile nel calendario motoristico non solo lucchese, ma di tutta Italia, che andrà in scena venerdì 29 e sabato 30 luglio. Con l’inedita partenza da via Catalani, di fronte alla sede di Aci Lucca, la gara si concluderà con il rientro in grande stile delle auto al Caffè delle Mura.

Sui 65 chilometri di asfalto delle prove speciali si daranno battaglia gli oltre 100 equipaggi iscritti: un dato che conferma, anche quest’anno, il valore di una gara diventata ormai un caposaldo dello sport motoristico a livello nazionale. Teatro delle prove saranno le strade delle Pizzorne, di Boveglio e di Bagni di Lucca: circuiti storici che esalteranno al massimo le capacità dei piloti e delle vetture e che promettono grande spettacolo e tante emozioni per tutti gli appassionati.

“La Coppa Città di Lucca – commentano il presidente e il direttore di Aci Lucca, Luca Gelli e Luca Sangiorgio – è un appuntamento che da sempre contraddistingue l’estate lucchese. Un evento di grandissimo richiamo, con prove spettacolari diventate ormai storiche. La Coppa Città di Lucca è anche la testimonianza di come sia possibile lavorare bene, in team: grazie alla collaborazione con la scuderia Maremma Corse 2.0 e al supporto tecnico della New Lucca Corse, riusciamo ogni anno a imbastire un appuntamento indimenticabile. Cogliamo quindi l’occasione per ringraziare i nostri partner, Aci Sport, gli enti che ci supportano, ovvero la Provincia di Lucca e i Comuni di Lucca, Capannori, Villa Basilica e Bagni di Lucca. In particolare, quest’anno abbiamo dalla nostra anche un nuovo partner tecnico: Lelanet sarà infatti il fornitore ufficiale della copertura di rete WiFi, che sarà utilizzata dalla sala stampa e da tutti gli addetti ai lavori presenti nell’area della partenza. Una sinergia fondamentale, quella con Lelanet, che garantirà l’efficienza di tutte le operazioni di gara e gli aggiornamenti dalla corsa in tempo reale”.

“Quello che vogliamo dimostrare anche con l’organizzazione di questa manifestazione – concludono – è il nostro radicamento nel territorio, tra i cittadini, con iniziative che riescano a valorizzare le bellezze che abbiamo a portata di mano con la promozione dello sport motoristico, anima storica della tradizione lucchese”.
Tutte le informazioni e il programma di gara completo al sito www.coppacittadilucca.it.


Una “Coppa Città di Lucca” a tre cifre: 115 gli iscritti alla 57^ edizione

Saranno centoquindici, a sfidarsi sulle prove speciali “disegnate” da Automobile Club Lucca, Maremmacorse 2.0 e New Lucca Corse. La cinquantasettesima edizione della Coppa Città di Lucca – in programma nelle giornate di venerdì e sabato – ha confermato il fermento espresso dal plateau rallistico regionale nei mesi ante gara, elevando la manifestazione “in testa” al gradimento dei partecipanti alla Coppa Rally di Zona 6. Dodici, le vetture di classe Rally2 – la categoria di riferimento – che si contenderanno il miglior riscontro cronometrico sulle prove speciali “Boveglio”, “Pizzorne” e “Bagni di Lucca”; tre, i marchi rappresentati nel confronto al vertice ovvero Skoda, Volkswagen e Citroën: elementi che garantiranno all’appassionato pubblico contenuti di grande spessore.

Ha confermato la propria adesione alla quinta manche del “CRZ 6” il vincitore dello scorso anno, Luca Pierotti, atteso sulle strade della provincia al volante della Skoda Fabia Rally2 Evo che condividerà con la copilota Manuela Milli. Il pilota “di casa”, con l’occasione, chiuderà la parentesi legata ad un anno di inattività, con l’ultimo impegno affrontato proprio sulle strade proposte dalla precedente edizione della gara, archiviata con la conquista del primo gradino del podio assoluto. Una sfida, quella espressa nel weekend, che chiamerà in causa altri grandi esponenti del rallismo nazionale: su tutti il lucchese Rudy Michelini, tra i protagonisti del Campionato Italiano Assoluto Rally ed al “via” su Volkswagen Polo Rally 2, vettura che sta caratterizzando le sue ultime stagioni sportive. Al fianco del driver – dieci volte vincitore del confronto – siederà Luca Spinetti. Confermata anche la presenza di Luca Panzani, secondo assoluto nella passata edizione della gara, atteso al volante della Skoda Fabia Rally2. Per il pilota lucchese, vincitore del Rally del Carnevale di inizio stagione, l’occasione di poter regalare alla propria programmazione un altro “acuto”, da condividere con il copilota Francesco Pinelli. Cercherà conferme, in ottica Finale Nazionale Coppa Italia, il parmense Roberto Vescovi. Il leader nella classifica regionale, fresco vincitore al Rally di Reggello, sarà chiamato ad una condotta rivolta alle alte sfere del confronto assoluto, facendo leva sulle buone sensazioni destate al volante della Skoda Fabia Rally2, insieme alla codriver Giancarla Guzzi. Esordio al volante della Citroën C3 Rally2 per Fabio Pinelli, attualmente secondo nelle gerarchie della Coppa Rally di Zona 6. Il pilota pistoiese avrà al suo fianco Francesco Magrini, confermato nel ruolo di copilota. Presenza di spessore anche quella di uno dei protagonisti di International Rally Cup, Gianluca Tosi, atteso sulla pedana di partenza su Skoda Fabia Rally2 Evo, insieme al codriver lucchese Nicola Angilletta. Occhi puntati anche su Lazzareschi-Quiriconi (Skoda Fabia Rally2), Ceccato-Tessaro (Skoda Fabia Rally2), Rossi-Bernardi, con il pilota garfagnino chiamato a confermare il buon feeling con la Citroën C3 Rally2, Sgadò-Panzani (Skoda Fabia Rally2), D’Alessandro-Biagi e Pieretti-Baldacci, equipaggi anch’egli presenti su Skoda Fabia Rally2.

Nel panorama dedicato alle vetture a due ruote motrici, i riflettori saranno puntati sulle Renault Clio S1600 di Stefano Gaddini e Iacopo Innocenti, con il driver tornato al volante della vettura francese a distanza di tre anni e quella portata in gara da Lorenzo Nesti e Federico Grilli, protagonisti sul podio del Rally Valdinievole di maggio. Tra le vetture di classe R3, rinnovata la sfida tra le Renault Clio di Fanucchi-Bernardi e Simonetti-Demari. Interessate al vertice del confronto a trazione anteriore saranno gli esemplari di classe Rally 4: la Peugeot 208 di Betti-Moriconi (leader nella classifica di classe della Coppa Rally di Zona 6) e quelle di Mori-Dinelli, Sardelli-Giovacchini ed Ancillotti-Sanesi. Saranno “della partita” anche Paolo Moricci e Paolo Garavandi, equipaggio che avrà a disposizione la Renault Clio RS Line Rally4. Grande curiosità legata alla presenza di un esemplare di Toyota GR Yaris Evo 22, quella su cui faranno leva Alessandro Ciardi e Alessandro Tondini, con il pilota pistoiese reduce dalla terza posizione nella GR Yaris Rally Cup sulle strade del Rally di Roma Capitale. Non staranno certo a guardare Mauro Lenci e Giuseppe Tricoli, attesi sui sedili della Peugeot 306 che – per molte stagioni – ha monopolizzato i vertici della classifica regionale.

LE VALIDITÀ: SFIDE NELLA SFIDA

La 57^ Coppa Città di Lucca sarà valida come quinto appuntamento della Coppa Rally di Zona 6 ed appuntamento fondamentale negli equilibri del Premio Rally Automobile Club Lucca, serie alla sua diciassettesima edizione. I chilometri di gara saranno palcoscenico anche dei confronti relativi a R Italian Trophy, Michelin Zone Rally Cup e Trofeo Rally Toscano. Molti, i riconoscimenti intitolati alla memoria di personaggi che hanno legato la propria esistenza al motorsport lucchese: al vincitore della classe Rally2 sarà consegnato il 3° Memorial Renato Fruzzetti, al vincitore della classe Rally4 il 2° Memorial Moreno Galliani mentre, al primo classificato della classe A7, il 2° Memorial Remo Puccetti. Al primo equipaggio femminile all’arrivo sarà riservato il 4° Memorial Catelani-Gazzè mentre, al primo licenziato AC Lucca classificato, sarà consegnato il 2° Memorial Calogero La Porta, indimenticato vice presidente dell’istituzione automobilistica provinciale. Sulla pedana d’arrivo, davanti al Caffè delle Mura, saranno consegnati anche il 19° Trofeo Filippo Garzelli, riservato al primo Under 25 e la 3° Targa Claudio Ricciardi, dedicata al confronto Over 55. Al centro del premio messo in palio dal comune di Bagni di Lucca, il miglior tempo espresso dagli esemplari “R2B” sulla prova speciale ospitata. La 57^ Coppa Città di Lucca sarà anche occasione per ricordare Stefano Salotti, recentemente scomparso ed al quale sarà dedicato un memorial riservato al primo classificato della classe S1600. La spettacolarità sarà elemento decisivo per la conquista del 6° Memorial Mario Montagni, consegnato al pilota che sarà giudicato come il più spettacolare in gara.


COLORIAMO LA COPPA CITTÀ DI LUCCA:
INIZIATIVA DI SOLIDARIETÁ A SOSTEGNO DI CURE CLCN4

Non solo spettacolo ed agonismo ma anche solidarietà: Automobile Club Lucca sarà parte integrante di una comunione d’intenti rivolta al sostegno di CURE CLCN4, realtà legata alla ricerca scientifica mirata a scoprire nuovi ed efficaci trattamenti per individui affetti da malattie correlate a mutazioni di CLCN4 ovvero una rara condizione genetica che causa disabilità intellettiva ed altri problemi come epilessia, disturbi comportamentali, disturbi del movimento e microcefalia. Nel corso delle verifiche pre-gara verranno raccolti fondi a sostegno dell’iniziativa: ad ogni equipaggio aderente, verrà consegnato un adesivo da applicare alla vettura, di modo da colorare la Coppa Città di Lucca e rendersi partecipi di un confronto da vincere, tutti insieme.

IL PROGRAMMA DI GARA

“Pizzorne”, “Boveglio” e “Bagni di Lucca”: queste le prove speciali che assegneranno le posizioni assolute e di categoria della 57^ Coppa Città di Lucca.  Tre tratti cronometrati che, ripetuti per due volte, garantiranno sessantacinque chilometri di puro agonismo, con partenza da Via Catalani – proprio di fronte alla sede di Automobile Club Lucca – ed arrivo al Caffè delle Mura, location che già preannuncia il pubblico delle grandi occasioni. La gara sarà strutturata in un’intera giornata, con la bandiera tricolore pronta a sventolare alle ore 14:11 di sabato 30 luglio. L’arrivo, programmato per le ore 21:39, garantirà all’appuntamento una cornice di grande impatto, attesa a più riprese dopo lo stop imposto dallo stato emergenziale legato al Covid-19. Ad alzare i toni, nelle fasi successive alle operazioni di verifica tecnico sportiva, saranno i chilometri “disegnati” per lo shakedown, aperto ai concorrenti dalle ore 16 alle ore 20 di venerdì 29 ed ambientato in località Mutigliano.

Il cuore dell’evento, sede di Direzione Gara, Segreteria e Sala Stampa, sarà proprio Automobile Club Lucca, a conferma della bontà di un progetto che vede l’ente provinciale sempre più “casa degli sportivi lucchesi”. A disposizione dei team per le operazioni di parco assistenza, saranno adibiti gli ampi spazi di Via Don Baroni, nell’area che da anni è parte integrante della manifestazione e che è in grado di garantire un’adeguata accoglienza all’appassionato pubblico previsto. Un format snello ma che – nell’arco di due giorni – garantirà al territorio le sensazioni positive garantite a quella che è divenuta una “classica” dell’estate rallistica toscana, capace di attirare l’interesse del panorama nazionale. Un evento pronto ad abbracciare – oltre a Lucca – i comuni di Bagni di Lucca, Villa Basilica e Capannori.

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito ufficiale della manifestazione, all’indirizzo http://www.coppacittadilucca.it

Il Premio Rally Automobile Club Lucca premia i campioni 2021

Saranno i locali di Automobile Club Lucca ad ambientare la consegna dei riconoscimenti ai protagonisti del 16° Premio Rally Automobile Club Lucca, kermesse che – nella sua espressione 2021 – ha visto primeggiare Manuel Innocenti tra i piloti e Simone Marchi tra i codriver. A pochi giorni dallo “start” della Coppa Città di Lucca, appuntamento che avrà un ruolo fondamentale nella programmazione corrente della serie provinciale, Via Catalani e la storica sede dell’istituzione automobilistica lucchese godranno di un’anteprima dell’evento in programma nel fine settimana, essendo quartier generale della manifestazione più attesa, parte integrante della Coppa Rally di Zona.

Ad elevarsi campione nel confronto dedicato ai piloti è stato Manuel Innocenti. Un primato, quello costruito dal driver sulle prove speciali proposte dall’edizione 2021 della serie, costruito al volante della Renault Twingo Racing Start, vettura che lo ha accompagnato nelle sue ultime programmazioni. Alle spalle del vincitore -in posizione d’onore – si è classificato Marco Bertonati, protagonista al vertice della classifica provvisoria per buona parte della stagione ma “tradito” dall’assenza sulle strade dell’ultimo appuntamento in programma, il Ciocchetto Event. Una progressione, quella di Manuel Innocenti, che ha fatto leva sulla costanza e sul consolidato feeling con la vettura, in un podio finale che ha visto, in terza piazza, Lorenzo Bonuccelli, tornato alle competizioni dopo due anni di inattività. A prevalere nel confronto “rosa” è stata Luciana Bandini, pilota vincitrice della classifica femminile che ha articolato la propria stagione confermando le buone sensazioni espresse al volante della Renault Clio Williams, vettura divenuta costante nelle sue ultime stagioni sportive. Vittoria del titolo Under 25 per Michele Marchi, pilota alla sua prima programmazione agonistica stagionale: la conferma – per AC Lucca – della bontà di un format rivolto alla valorizzazione dei giovani.

Ad elevarsi campione tra i “navigatori” è stato, invece, Simone Marchi, protagonista di un acceso confronto rivolto al vertice della classifica con Simone Di Giulio, regolato proprio grazie ai chilometri conclusivi della serie. Un confronto – quello riservato agli esponenti del sedile destro – che ha garantito agli appassionati grande incertezza: di sole cinque lunghezze, il margine che ha assegnato le tre posizioni del podio finale con Tania Bernardi ad alzare la coppa di terza classificata nonché il massimo riconoscimento dedicato alla classifica femminile ed Under 25. Il Premio Paolo Paoli, trofeo intitolato all’indimenticato commissario sportivo regionale, è stato assegnato a Paola Pardini, conduttrice neo licenziata AC Sport che ha saputo elevarsi tra gli avversari con il miglior piazzamento nella classifica generale.

La consegna dei riconoscimenti – in programma mercoledì dalle ore 21 – verrà trasmessa in diretta sulla pagina facebook di Qui Motori, trasmissione settimanale dedicata al motorsport toscano.