56^ Coppa Città di Lucca e 4^ Coppa Ville Lucchesi: cresce l’attesa per l’evento dedicato a vetture storiche e moderne

È attraverso un format rinnovato ma – allo stesso tempo – ispirato dalla tradizione che Automobile Club Lucca mira a confermare il gradimento della Coppa Città di Lucca e della Coppa Ville Lucchesi da parte degli appassionati del motorsport nazionale. Una proposta condivisa in co-organizzazione con Maremmacorse 2.0 che proietterà – nei giorni 16 e 17 luglio – le strade della provincia in un doppio confronto valido per la Coppa Rally di Zona e per il Trofeo Rally di Zona, interessando quindi vetture moderne e auto storiche. La novità assoluta è rappresentata dal contesto che “abbraccerà” le fasi di partenza e arrivo della gara, all’ombra dello stadio Porta Elisa ovvero nel cuore della città, struttura che ospiterà al suo interno la direzione Gara e la sala stampa, mettendo a disposizione gli spazi solitamente destinati alle attività organizzative della formazione calcistica cittadina. 

Un’altra stimolante iniziativa, quella ufficializzata dall’istituzione automobilistica provinciale, con la 56^ edizione della Coppa Città di Lucca pronta ad accogliere l’adesione degli interpreti del rallismo toscano e a confermare le ottime sensazioni destate nella precedente stagione sportiva, facendo fronte ad una situazione emergenziale che ha visto l’appuntamento contribuire in modo determinante alla ripartenza dell’attività agonistica nazionale. Chilometri che attendono anche gli interpreti della Coppa Ville Lucchesi, giunta alla sua 4^ edizione: un vero e proprio “evento nell’evento” che punterà i riflettori sugli esemplari che hanno fatto la storia dell’automobilismo internazionale e che ha visto Automobile Club Lucca in prima linea nel valorizzare, dalla prima edizione proposta nel 2018, la cornice più suggestiva del motorsport. Coppa Rally di Zona – programmazione che si concretizzerà a fine stagione con la finale di Aci Sport Rally Cup, a Modena – per la Coppa Città di Lucca e TRZ, il Trofeo Rally di Zona, ad impreziosire la Coppa Ville Lucchesi, contesto che coinvolgerà anche le vetture “All Stars”, quelle di particolare valenza storico sportiva. 

Tre, le prove speciali che i protagonisti dei due confronti affronteranno per due volte, con la “Pizzorne” ad inaugurare il lotto e la riproposizione, dopo anni di assenza, dei sette chilometri e mezzo dellaBoveglio”, caratteristica di un’edizione 2021 che interesserà anche l’asfalto della “Bagni di Lucca”.  Oltre sessanta, i chilometri sotto osservazione cronometrica proposti con il supporto operativo di Lucca Corse, punti di forza di un evento che darà ai praticanti la possibilità di iscriversi dalle ore 8 di mercoledì 16 giugno alle ore 24 di mercoledì 7 luglio. La 56^ Coppa Città di Lucca e la 4^ Coppa Ville Lucchesi vedranno accendere i riflettori sulle vetture protagoniste del confronto nella giornata di venerdì 16 luglio con le operazioni di verifica tecnica e lo shakedown, ovvero il test con vetture da gara che garantirà agli equipaggi partecipanti un primo approccio con l’agonismo, gettando le basi per una tattica di gara che – nella fase centrale del confronto – verrà perfezionata dalle squadre all’interno del parco assistenza, con gli ampi spazi messi a disposizione all’interno del Piazzale don Franco Baroni, nell’area che da anni caratterizza l’evento, quella “delle Tagliate”. Sabato 17 luglio tutta l’attenzione sarà catalizzata verso le evoluzioni e i riscontri cronometrici, con la partenza prevista dall’area antistante lo stadio Porta Elisa alle ore 12.31 e l’arrivo, programmato nella medesima location dalle ore 20.09, con le premiazioni assolute e di categoria. 

Nelle foto (free copyright Amicorally): il podio assoluto della Coppa Città di Lucca e la BMW M3 di Giovanni Mori, vincitrice della Coppa Ville Lucchesi. 

Automobile Club Lucca e il motorsport: il 20 giugno test rally a Barga

Sarà l’asfalto di “Renaio”, nel comune di Barga, ad accogliere l’ennesima iniziativa di Automobile Club Lucca a sostegno del motorsport. L’istituzione automobilistica provinciale – nell’ottica di garantire ai praticanti il massimo impegno in termini di sicurezza e qualità – ha messo in programma per domenica 20 giugno una giornata dedicata ai test rally collettivi. Una proposta articolata sulla possibilità di preparare al meglio gli impegni offerti dalla fase centrale della stagione sportiva, potendo contare su un numero illimitato di passaggi durante le due sessioni previste: dalle ore 9 alle ore 12.30 e dalle 13.30 alle 18. Tenendo fede alla linea adottata in merito all’organizzazione di test abusivi – fermamente condannata per la mancanza dei presidi di sicurezza previsti – Automobile Club Lucca offrirà ancora ai conduttori la possibilità di poter contare su tre chilometri di asfalto, dalla località Corte Beltempo al bivio per Bebbio, sostenendo un costo decisamente inferiore rispetto agli standard.

Sport e territorio: un connubio espresso in una proposta condivisa da Automobile Club Lucca con le istituzioni locali, al fine evitare disagi alla popolazione e garantire ai licenziati interessati un progetto di grandi contenuti. Un abbraccio, quello del comune di Barga, che garantirà ai team interessati la possibilità di usufruire di ampi spazi, necessari al fine di poter assecondare nel migliore dei modi l’impegno “sul campo” in vista dei prossimi impegni in programma il 17 luglio sulle strade della provincia, Il Rally Coppa Città di Lucca e la Coppa Ville Lucchesi.
C’è tempo fino al 18 giugno 2021 per iscriversi al test rally di Barga: il modulo di iscrizione dovrà essere inviato all’indirizzo mail soci@lucca.aci.it.
Tutte le informazioni e la modulistica sull’iniziativa sono disponibili all’interno del sito ufficiale Aci Lucca Sport, agli indirizzi www.aciluccasport.it e https://tinyurl.com/35fbh54p.

NO AI TEST RALLY ABUSIVI: NETTA CONDANNA DI AC LUCCA ALLE PROVE NON AUTORIZZATE

No ai test rally abusivi. È netta la presa di posizione dell’Automobile Club di Lucca che, attraverso le parole del presidente Luca Gelli, accende un riflettore sulle prove non autorizzate che periodicamente vengono organizzate sulle strade della provincia di Lucca. “Non organizzate test abusivi – incalza il presidente Gelli -. Questo appello è rivolto a piloti, navigatori e scuderie, ma anche alle stesse amministrazioni comunali, che pensano sia sufficiente pubblicare l’ordinanza di chiusura delle strade interessate dal test per essere a posto con le autorizzazioni. Non è così: l’ordinanza non copre eventuali responsabilità in caso di problematiche o incidenti. I test rally per non essere considerati abusivi devono essere organizzati secondo il regolamento sportivo della Federazione sportiva Aci Sport, l’ente che autorizza e monitora appuntamenti di questo tipo: non solo, quindi, le gare, ma anche le prove. Ecco perché l’ordinanza di chiusura non è sufficiente, perché mancano comunque tutti quei presidi di sicurezza indispensabili quando si corre macchina”.

La presa di posizione non è casuale. L’Automobile Club di Lucca è infatti venuto a conoscenza di un nuovo test abusivo previsto nei prossimi giorni in Valle del Serchio: test già segnalato alla Polizia Municipale, così da intervenire come è opportuno fare.

“Per la sicurezza di tutti, partecipanti e cittadini, e per il corretto svolgimento dell’evento, è infatti necessario il parere della Federazione – continua Massimiliano Bosi, fiduciario sportivo Ac Lucca -. Ma non solo. Come si legge nella normativa vigente, i test possono essere organizzati solo da titolari di licenza di organizzatore o di costruttore Aci Sport in corso di validità, o dai team titolari di licenza che rappresentino ufficialmente una casa automobilistica costruttrice. E ancora: per il corretto svolgimento della prova, devono essere prese precise misure di sicurezza mediche e tecniche, come la presenza di ambulanze e dei team di decarcerazione, per permettere l’intervento medico e paramedico in caso di bisogno. E serve la sottoscrizione di una polizza assicurativa che copra danni a cose e persone. Insomma, ci sono regole e norme da rispettare per organizzare questi eventi, disposizioni che garantiscono la sicurezza di tutti: non possono essere ignorate”.

“C’è poi l’ultimo aspetto, non meno importante – conclude il presidente Gelli -. Il danno di immagine che questi test abusivi fanno nei confronti di uno sport complesso come il rally. Chi tiene al rally, chi corre il rally, chi ama il rally dovrebbe fare di tutto per diffondere nel modo più genuino, più spontaneo, più positivo possibile questo sport. Per questo motivo chiediamo a tutti, alle amministrazioni locali, alle scuderie, ai potenziali organizzatori, di rispettare il regolamento vigente e di porre la giusta e necessaria attenzione. D’altro canto, non possiamo fare altro che prendere una posizione netta: chiunque contravverrà a questa norma e agevolerà un test abusivo, non potrà più far parte del mondo di ACI e sarà deferito alla Procura Federale di ACI Sport. Nell’Automobile Club trovate l’interlocutore giusto: noi siamo a disposizione per supportare gli sportivi, aiutarli nella gestione degli aspetti normativi e burocratici. Proprio per questo motivo stiamo già lavorando con la Federazione per semplificare al massimo le procedure per organizzare test regolari. E, contemporaneamente, abbiamo già preso la decisione, come Ac Lucca, di realizzare almeno quattro test rally l’anno, prima dei quattro eventi rallistici della nostra provincia”.

Per qualsiasi tipo di chiarimento o approfondimento, il direttore di AC Lucca, Luca Sangiorgio, e il Fiduciario Sportivo, Massimiliano Bosi, sono a disposizione. Per contattarli: direttore@lucca.aci.it, fiduciario@lucca.aci.it, www.aciluccasport.it.
 

AUTOMOBILE CLUB LUCCA IN EVIDENZA NEL “VIRTUAL INTERNATIONAL RALLY CUP”

È altamente soddisfacente, il resoconto redatto da Automobile Club Lucca a margine del primo appuntamento del Virtual International Rally Cup, confronto “E-sport” che ha coinvolto più di trecento conduttori sui fondi virtuali del Rally Piancavallo. Grande, l’interesse riscontrato verso il mondo dei simulatori: una disciplina che ha elevato Automobile Club Lucca a livello nazionale, a fronte di un rilevante numero di conduttori licenziati. Una comunione d’intenti che ha coinvolto Lucca Racing Simulation, struttura cittadina che ha presentato allo start dell’appuntamento quattro conduttori, impegnati al simulatore nel fine settimana che ha visto la provincia di Pordenone interessata dal passaggio del rally reale.

A garantirsi la miglior performance tra i conduttori lucchesi è stato Daniele Panelli, impegnato al volante di una Volkswagen Polo di classe R5 e congedato dall’appuntamento virtuale con un totale cronometrico di 42’46”095 a fronte di oltre cinquantasei chilometri totali. Buoni riscontri anche da parte degli altri portacolori lucchesi, con Sebastiano Violante che – su Skoda Fabia R5 – ha fatto registrare un totale di 43’04”655. Altra categoria, quella della classe R2, ha interessato Matteo Innocenti. Una gara concreta, quella del conduttore, archiviata al 138° posto della classifica generale e che lo ha visto precedere, su Peugeot 208, vetture dalle potenzialità superiori, con un riscontro di 43’56”836 garante della 31^ posizione di classe. Peugeot 208 R2 anche per Davide Noto, interprete di una prestazione valsa la 32^ piazza di classe R2 con un riscontro di 44’05”151.

Il prossimo appuntamento del Virtual International Rally Cup vedrà i conduttori lucchesi impegnati sull’asfalto “4.0” del Virtual Rally Internazionale del Taro, seconda manche di una programmazione che si concluderà a fine ottobre con il Rally Città di Bassano.

Nella foto (free copyright): Daniele Panelli impegnato al volante del simulatore di Lucca Racing Simulation

Nuova inaugurazione per Ac Viareggio

Nuova inaugurazione a marchio Automobile Club, stavolta a Viareggio. Gli uffici viareggini, infatti, si sono trasferiti dalla sede storica di via Buonarroti a quella più moderna e completamente accessibile di via Marco Polo, 180/b.

Al taglio del nastro, svoltosi “a porte chiuse” per rispettare tutte le normative anti-Covid 19, hanno partecipato il presidente di Ac Lucca, Luca Gelli, il direttore di Ac Lucca, Luca Sangiorgio, il responsabile dell’ufficio di Viareggio, Stefano Lenci,, il direttore compartimentale di Aci per la Toscana, Liguria, Sardegna, Umbria, Marche ed Emilia Romagna, dottoressa Alessandra Rosa, l’assessore alle attività produttive del Comune di Viareggio, Alessandro Meciani, e, per la Sara Assicurazioni, Tiziana Marchetti e gli agenti Giulio SorgoGino Marabotti Isabella Maggini. Un’occasione per sottolineare i tanti successi dell’Automobile Club Lucchese e il sodalizio con l’amministrazione viareggina, nato pochi mesi fa in occasione del Rally del Carnevale. 

Un ufficio, quello viareggino, per il quale parlano i numeri: Automobile Club Viareggio, infatti, si conferma anche quest’anno come la seconda delegazione a livello nazionale per numero di soci, che qui arrivano a toccare le 4mila persone. Altissimo anche il dato dei soci fidelizzati, coloro cioè che rinnovano automaticamente la propria adesione al Club, anno dopo anno. 

«Quando parliamo di inaugurazioni – commentano il presidente Gelli e il direttore Sangiorgio – siamo sempre felici. E lo siamo ancora di più se l’inaugurazione avviene in un periodo così drammaticamente complesso come quello che stiamo vivendo. Poter parlare di progetti, di novità, di nuove avventure è una ventata di aria fresca e un’iniezione di fiducia. Siamo contenti che il nuovo ufficio di Viareggio possa godere di locali belli e moderni. In questo anno tra l’Automobile Club e la città di Viareggio si è stretto ancora di più il legame, grazie alla splendida sfida del Rally del Carnevale e l’arrivo della Mille Miglia, previsto per il prossimo mese di giugno. Non sarà un semplice passaggio, ma gli equipaggi e le auto sosteranno a Viareggio per una notte: di nuovo, una possibilità di crescita, una ricaduta culturale ed economica per tutto il territorio, che solo grazie ad un’attenta collaborazione possiamo far fruttare al meglio. Per quanto riguarda i locali della sede storica di via Buonarroti, siamo già al lavoro per studiare come valorizzarli e renderli fruibili sia dai soci che dai cittadini: quell’immobile, infatti, è di nostra proprietà e vorremmo valorizzarlo per i nostri soci e per la comunità viareggina in generale». 

«La presenza di Aci a Viareggio si conferma radicata – commenta l’assessore Meciani – dalla rinnovata collaborazione sugli eventi legati al mondo dell’automobilismo, penso alle 1000Miglia come al rally del Carnevale, a questa nuova apertura così importante in un quartiere della città popolato e attivo, come il Marco Polo. Un servizio per i cittadini di Viareggio, in una zona facilmente accessibile, in un ambiente bello e accogliente. A tutti auguro buon lavoro da parte mia e dell’amministrazione comunale».

L’UFFICIO DI VIAREGGIO. L’ufficio Ac di Viareggio saluta, quindi, la storica sede di via Buonarroti per approdare nel quartiere Marco Polo, uno dei cuori pulsanti della città. A due passi dal centro commerciale naturale, la nuova sede sarà ancora più accessibile ai tanti clienti e soci che quotidianamente si rivolgono al Club. All’ufficio di Viareggio è possibile rinnovare il bollo e la patente, effettuare pagamenti PA e tutti quelli che concernono le tasse automobilistiche, richiedere visure camerali e per le targhe. In sede sarà inoltre possibile effettuare le visite per il rinnovo della patente: il medico sarà presente il lunedì dalle 16 alle 17.30, il martedì dalle 9 alle 10, il mercoledì dalle 10 alle 11.30, il giovedì dalle 16 alle 17, il venerdì dalle 16 alle 17.30. 

Per eventuali ulteriori informazioni: 0584.32.374; delegazione.viareggio@lucca.aci.ithttps://www.delegazioniacilucca.it/viareggio.

UN PREMIO RALLY AUTOMOBILE CLUB LUCCA AD ALTA INTENSITÀ

È all’insegna dell’agonismo e dell’incertezza nei suoi equilibri di vertice che il Premio Rally Automobile Club Lucca si avvia verso la fase centrale della stagione sportiva. La serie, promossa nella sua 16^ edizione dall’istituzione automobilistica provinciale, ha confermato le linee che l’hanno contraddistinta negli anni nel panorama rallistico nazionale. Una situazione di classifica, quella espressa a conclusione del Rally delle Colline Metallifere – appuntamento che ha visto impegnati i conduttori sulle strade della provincia di Livorno – che ha elevato Claudio Fanucchi quale leader nel confronto riservato ai piloti.

A garantire al driver lucchese il comando, la prestazione che – al volante della Renault Clio – lo ha visto prevalere nella classe R3C sui chilometri del Rally Il Ciocco, affrontati nel format valido per la Coppa Rally di Zona. Una cornice che ha alimentato anche le prerogative del primo inseguitore, Manuel Innocenti, con le proprie ambizioni alimentate e successivamente confermate dal primato tra le RS 1.6, al volante della Renault Twingo, sulle strade del Rally delle Colline Metallifere, ultima manche offerta dal calendario della serie. In terza posizione provvisoria, appaiati dal medesimo punteggio, Luca Bazzano e Christopher Lucchesi JR, entrambi assenti a Piombino ma distanti solo cinque lunghezze dal vertice. Nella classifica femminile, a comandare è Luciana Bandini, “a punti” sulle strade del Rally Il Ciocco mentre, tra gli Under 25, la leadership vede protagonista Michele Marchi, secondo nella classe N3 proposta dal “Ciocco”. 

Nella classifica dedicata ai copiloti, ad essersi garantita un ruolo di vertice è Chiara Lombardi. La copilota di Castelnuovo Garfagnana, nonostante il ritiro accusato al Rally delle Colline Metallifere, si trova nella posizione di comando con sette lunghezze di vantaggio su Tania Bernardi, prima interprete tra gli Under 25 e seconda forza nella classifica “rosa”. Ad un solo punto di distanza dalla codriver compartecipe della programmazione di Claudio Fanucchi, con concrete ambizioni rivolte alle immediate posizioni superiori del podio, il terzo classificato Simone Marchi, costretto al ritiro nel corso della prima prova speciale proposta dall’appuntamento livornese, affrontato sul sedile destro della Peugeot 206 S1600. 

IL PREMIO RALLY AUTOMOBILE CLUB LUCCA VERSO IL “CIOCCO”

E’ all’insegna della massima competitività che il Premio Rally Automobile Club Lucca ha ufficializzato la prima classifica della sua sedicesima edizione. Inaugurata sull’asfalto del Rally del Carnevale – confronto disputato a metà febbraio sulle strade della Versilia – la serie promossa dall’istituzione automobilistica provinciale ha confermato le linee che ne hanno caratterizzato le precedenti programmazioni sia in termini di adesioni che di agonismo. 

Nella classifica piloti, a condividere la leadership è un lotto di tre conduttori. Posizioni, quelle di vertice, occupate da Luca Bertolozzi, Lorenzo Bonuccelli ed Andrea Simonetti. Luca Bertolozzi, tornato al volante della Renault Clio Williams sull’asfalto del “Carnevale”, si è reso protagonista di una condotta valsa la nona posizione assoluta finale mentre Lorenzo Bonuccelli – a chiusura di un periodo di inattività durato un anno e mezzo – ha portato la Renault Clio RS al vertice della classe N3. Primato di categoria che ha conquistato anche Andrea Simonetti, primo nella classe R3C con la sua Renault Clio parte integrante della “top ten” come decima vettura classificata. Evoluzioni, quelle proposte dalla gara organizzata da AC Lucca in sinergia con Laserprom 015 e Lucca Corse, che hanno garantito alla classifica provvisoria motivi sportivi di grande contenuto. Nella classifica “femminile” la prima leader è Luciana Bandini, sesta su Renault Clio Williams nella classe A7 e seguita – a due sole lunghezze – da Rossana Gabrielli, in gara su Renault Clio N3.

Al comando della prima classifica stagionale, nel confronto dedicato ai copiloti, si sono insediati Chiara Lombardi e Piero Taccini. Per la codriver di Castelnuovo Garfagnana, la collaborazione nell’appuntamento inaugurale al fianco di Luca Bertolozzi è valsa la leadership seppur in condivisione con Taccini, navigatore di un altro dei tre leader della classifica piloti, Andrea Simonetti. Una doppia soddisfazione per Chiara Lombardi, capofila anche nella classifica femminile seguita dalla giovane Tania Bernardi, leader tra gli Under 25 e da Jasmine Manfredi, terza forza che, a Viareggio, è salita per la prima volta sul sedile destro della nuova Renault Clio N5. 

Il prossimo appuntamento valido per il Premio Rally Automobile Club Lucca vedrà i conduttori iscritti alla serie confrontarsi sulle prove speciali del Rally Il Ciocco, nei suoi format di Campionato Italiano Rally e Coppa Rally di Zona, in programma da giovedì 11 a sabato 13 marzo sulle strade di Mediavalle e Garfagnana. 

ACI LUCCA CRESCE E APRE UNA NUOVA SEDE A QUERCETA

Segnali di ripartenza. L’Automobile Club di Lucca cresce ancora e apre una nuova sede a Querceta, nel comune di Seravezza. Il nuovo ufficio del sodalizio automobilistico è stato infatti inaugurato oggi, sabato 20 febbraio, in via Fratelli Rosselli 25, dal sindaco del comune di Seravezza, Riccardo Tarabella, dalla vicesindaco, Valentina Salvatori, dal direttore di Ac Lucca, Luca Sangiorgio, dal delegato dell’ufficio, Marcello Del Nero, dall’agente Sara assicurazioni, Fabio Balderi e in rappresentanza della compagnia, Tiziana Marchetti.
Per il club lucchese si tratta della seconda nuova apertura sul territorio della provincia in meno di tre settimane: una volontà chiara di rimettere in moto l’ente dopo i mesi di rallentamento forzato causato dalla pandemia e di raggiungere, come presidio per la cittadinanza, anche i territori più periferici.
“Siamo molto soddisfatti della crescita di Ac Lucca nel primo trimestre 2021 – spiega il direttore Luca Sangiorgio –. Nonostante la complessità del periodo storico, sia da un punto di nuovi soci sia dal punto di vista di presenza sul territorio, vogliamo dare un segnale forte ai nostri soci e ai cittadini in generale. Con l’apertura dell’ufficio Aci a Querceta riusciamo quindi a raggiungere anche le persone dei territori più periferici, che possono trovare da noi professionalità, affidabilità, accuratezza nel disbrigo delle pratiche”.
“L’apertura nel comune di Seravezza – prosegue il direttore – non è stata una scelta casuale, ma frutto di una accurata analisi del territorio provinciale. Ac Lucca ha individuato una zona in cui era indispensabile un ufficio presso cui fornire assistenza e tutti i servizi essenziali Aci”.

Con la nuova apertura, prosegue il sodalizio di Ac Lucca coi comuni della Versilia: l’ufficio Aci di Querceta, inoltre, è a disposizione dell’amministrazione comunale di Seravezza, come punto di appoggio per fornire servizi alla cittadinanza.

“Quando l’Automobile Club di Lucca ci ha comunicato l’intenzione di aprire un nuovo ufficio nel nostro Comune abbiamo accolto la notizia con grande piacere”, dichiara il sindaco di Seravezza Riccardo Tarabella. “Con lo stesso piacere partecipiamo oggi al taglio del nastro. So che l’ufficio è già attivo da qualche settimana e che ha ingranato subito molto bene. È la conferma della centralità di Querceta nel sistema versiliese del commercio e dei servizi, della sua vitalità e della sua capacità attrattiva. Il momento è difficile per tutti, ma questo è un segnale positivo, di tenuta e di speranza. Diamo il benvenuto ad Aci ringraziando il direttore Sangiorgio e il referente Del Nero per aver pensato a forme di collaborazione con il Comune”.

Responsabile del nuovo ufficio Aci di Querceta è Marcello Del Nero. Sarà lui a guidare i cittadini nel disbrigo di tutte le pratiche auto: pagamenti bollo auto, rinnovo patente, con possibilità di visite direttamente in sede con la presenza di un medico, passaggi di proprietà, collaudi, visure e rinnovo o sottoscrizione della tessera ACI, che assicura ai propri soci vantaggi e servizi esclusivi. Sempre all’interno della nuova sede di Querceta, si trova inoltre l’ufficio SARA Assicurazioni, che offre condizioni agevolate per i soci Aci.
L’ufficio di Querceta è aperto dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30; il sabato dalle 9 alle 12.
Per contattare l’ufficio è possibile telefonare al numero 3356785767.
Tutte le informazioni sono presenti anche sul sito della delegazione www.delegazioniacilucca.it/querceta/.