Il Rally del Carnevale torna nel calendario nazionale

Il Rally del Carnevale, dopo tre anni di assenza dal calendario nazionale, torna a catalizzare l’attenzione di praticanti e appassionati proponendosi come prima gara toscana della stagione sportiva 2021. Un’iniziativa concretizzata da Automobile Club Lucca in collaborazione con Laserprom 015 che, dal 12 al 14 febbraio, interesserà le strade della Versilia esaltando le caratteristiche che lo hanno contraddistinto nelle sue trentasei passate edizioni.

Ad assicurare un elevato livello di spettacolarità sarà il format scelto, la versione “nazionale”, elemento che garantirà alle prove speciali proposte la presenza delle vetture di classe R5, rendendo la gara una valida occasione per prepararsi al meglio in vista dell’imminente apertura dei campionati di riferimento. Una particolarità che, negli anni, ha assicurato al Rally del Carnevale una vetrina esclusiva, impreziosita dalla partecipazione di vari esponenti del rallismo italiano.

«Tornare a parlare del Rally del Carnevale – commentano i vertici dell’Automobile Club di Lucca, il presidente Luca Gelli e il direttore Luca Sangiorgio – è un onore e un piacere. Tornare a correre una gara storica come questa che apre il calendario nazionale è un bellissimo segnale di ripartenza. Una ripartenza che metteremo in pratica con tutte le necessarie misure di sicurezza che il periodo storico impone: vogliamo che sia un momento di festa, di sport e di divertimento e vogliamo che tutti i partecipanti possano goderne in serenità. Ci aspettano settimane di lavoro intenso, che affronteremo con il solito entusiasmo e il solito spirito di collaborazione con gli enti del territorio. La nuova edizione del Rally del Carnevale sarà una vera e propria boccata d’ossigeno che ci permetterà di ridare lustro e dignità ad una corsa storica ed emozionante».

Viareggio, Seravezza, Stazzema, Camaiore, Pietrasanta e Massarosa: questi i comuni interessati dall’evento, parti integranti di una comunione d’intenti che ha visto nuovamente l’Automobile Club Lucca sposare la “causa” sportiva valorizzando al meglio la propensione del territorio verso il motorsport. Un progetto, la 37^ edizione del Rally del Carnevale, che farà leva su un connubio d’intenti di assoluto valore, rivolto con determinazione verso il recupero di una delle competizioni più attese della stagione.

L’ultima edizione proposta, quella in versione “Rallyday” della stagione 2017, vide prevalere il pilota reggiano Luciano D’Arcio su Renault Clio Williams. Sul secondo gradino del podio salì Luca Panzani, portacolori di Lucca nelle alte sfere della classifica assoluta ed al volante della Renault Clio R3C, seguito – a chiusura del podio – dallo spezzino Claudio Arzà su Peugeot 208 R2B.

Nella foto (free copyright Thomas Simonelli): i vincitori dell’ultima edizione, D’Arcio-Filippini.

Bentornata Mille Miglia!

Nonostante la pioggia e le limitazioni previste per contenere la diffusione del contagio da COVID-19, la 1000 Miglia è tornata a scaldare il cuore di Lucca. E l’ha fatto, sotto l’organizzazione di Aci Lucca con la collaborane delle associazioni e di tutte le istituzioni coinvolte, lasciando la sua scia rossa fiammante su tutto il territorio provinciale, da Altopascio – la porta di ingresso nella Piana lucchese, fino a Lucca, con il passaggio sulle Mura, per poi proseguire in direzione Versilia, con Viareggio, Pietrasanta e Forte dei Marmi.

Le oltre 400 auto storiche sono entrate nel territorio della provincia di Lucca intorno alle 15.30, hanno attraversato il cuore di Altopascio, passando proprio sotto la Smarrita, e hanno poi proseguito in direzione Lucca, salutando Montecarlo, Capannori e Porcari. A Lucca le auto storiche sono entrate da Porta Elisa per poi percorrere le Mura in senso antiorario fino al Caffè delle Mura: di qui sono scese in via Carrara e sono uscite da Porta San Pietro. Ancora i viali di Cironvallazione fino a porta Santa Maria, quindi via di Sant’Alessio e poi Sarzanese verso il Quiesa, dal quale hanno raggiunto prima Massarosa, poi Viareggio, con un’accoglienza particolare sui viali a mare e infine Camaiore, Pietrasanta e Forte dei Marmi.

Come sempre, a precedere la Mille Miglia c’è stato il Ferrari Tribute, il corteo di 80 Cavallini Rampanti che hanno fatto da apripista alla Freccia Rossa, per poi sostare sulle Mura, nei pressi del Real Collegio: qui, infatti, i piloti hanno avuto la possibilità di ristorarsi con il pranzo offerto da Aci Lucca e da Il Cuore, la gastronomia simbolo della città.

Non a caso la 1000Miglia è la corsa più bella del mondo, che da sempre attira campioni e vip. Anche quest’anno, infatti, la corsa ha richiamato l’attenzione di personaggi famosi: Tommaso Trussardi, Cristina Parodi e Chiara Giallonardo. 

PIENA COLLABORAZIONE TRA PREFETTURA, FORZE DELL’ORDINE E ORGANIZZATORI PER LA 55ª COPPA CITTÀ DI LUCCA E 3ª COPPA VILLE LUCCHESI

Lucca, 14 luglio 2020 – Piena sinergia e collaborazione tra Istituzioni e organizzatori in vista della 55ª Coppa Città di Lucca – 3ª Coppa Ville Lucchesi. Un doppio evento, firmato ACI Lucca, con la collaborazione di Maremma Corse 2.0 e il supporto tecnico di Lucca Corse, che venerdì e sabato prossimi (17 e 18 luglio) scalderà i motori e gli animi di piloti, navigatori e appassionati di rally. Quest’ultimi, però, proprio in seguito alla pandemia e per garantire il massimo rispetto delle misure restrittive per il contenimento della diffusione del contagio da Covid-19, non potranno seguire le gare dal vivo, ma in diretta su NoiTv (canale 10) o sui social ufficiali di Aci Lucca (pagina Facebook, canale Instagram). Una decisione presa in seguito anche al confronto che ha visti impegnati i rappresentanti ACI Lucca con il Prefetto, Francesco Esposito. “C’è stata piena condivisione rispetto alla necessità di garantire che la manifestazione si svolga “a porte chiuse” così come previsto anche dal Decreto e dalle direttive governative – spiegano Luca Gelli e Luca Sangiorgio, rispettivamente presidente e direttore di Aci Lucca -. Da questo punto di vista il confronto e la condivisione con la Prefettura, le altre Autorità competenti e le forze dell’ordine è stato massimo fin dall’inizio: abbiamo deciso di organizzare comunque le gare quest’anno, nonostante le nuove misure che non ci permettono di far vivere al nostro territorio e ai nostri appassionati il rally così come lo hanno sempre vissuto e conosciuto; e abbiamo deciso di farlo nel rispetto della legge e nel solco della collaborazione con le Istituzioni, che ringraziamo per la fiducia. Un sinonimo di garanzia e di rispetto delle regole, che ci permette di vivere una bella giornata di sport in piena sicurezza per tutti: partecipanti, staff e pubblico. Anche per questo motivo, infatti, saranno presenti le forze dell’ordine lungo tutto il percorso, per verificare che non si creino assembramenti”.

Non è stato certo semplice definire ogni aspetto organizzativo con così poco tempo, ma Aci Lucca, con la collaborazione di Maremma Corse e di Lucca Corse, ci è riuscito. “Un mese e mezzo fa sembrava impossibile poter parlare di manifestazioni sportive e motoristiche – concludono – Organizzare queste due gare ci è sembrato da subito un segno di rinascita, dopo settimane di chiusura e paure: vogliamo fare scuola, tracciare le linee guida per le gare che verranno dopo la Coppa Città di Lucca e la Coppa Ville Lucchesi e lanciare il messaggio che ripartire in sicurezza si può. Per sostenere lo sport, per sostenere la qualità e per sostenere il nostro amato e bellissimo territorio».