Aci Lucca chiude il 2021 in crescita: +3,3% per oltre 20.400 soci

Aci Lucca chiude il 2021 con un bilancio decisamente in crescita. La delegazione lucchese, infatti, non ha risentito delle conseguenze della pandemia, registrando una crescita del +3,3 per cento nel numero totale di soci. Ammonta quindi a 20.454 il numero degli associati nella provincia di Lucca con 656 nuove tessere staccate solo nel 2021: numeri importanti che consentono all’Automobile Club lucchese di piazzarsi al nono posto in Italia, tra tutti gli AC provinciali.

«Abbiamo lavorato duramente – commenta il direttore di Aci Lucca, Luca Sangiorgio – per riuscire a chiudere l’anno con un bilancio in positivo. I nostri uffici hanno sempre garantito la massima disponibilità a tutti i soci e ai clienti e questa è la risposta: un radicamento sul territorio che proietta Lucca nella top ten degli Automobile Club d’Italia, superando città ben più grandi. Questo perché Aci Lucca fa parte del tessuto cittadino. Siamo presenti e attivi non solo come ente di servizi, ma come veri e propri promotori di una nuova idea di ente al servizio della comunità. Dalla sicurezza ed educazione stradale allo sport, dalla valorizzazione delle iniziative del nostro territorio alle campagne di sensibilizzazione per sviluppare una nuova mobilità e una nuova cultura sullo stare in strada. Una crescita che riguarda tutta la provincia: dalla Piana alla Versilia; dal centro alla Valle del Serchio. Ci tengo quindi a ringraziare tutti i delegati che hanno fatto un ottimo lavoro e i tanti, tantissimi lucchesi che ci rinnovano di anno in anno la loro fiducia”.

I DATI DEL 2021. Oltre alla crescita complessiva di tutto il Club provinciale sono da evidenziare le crescite dei singoli uffici. Tutti gli uffici, infatti, hanno registrato dati positivi. In particolare, Aci Viareggio (3740 soci, +1,4 per cento), Aci Pietrasanta (2230 soci, +0,8 per cento), Aci Lunata (1954 soci, +1,3 per cento), Aci Lido di Camaiore (1720 soci, + 4,2 per cento) e Aci Arancio (1400 soci, +6,6 per cento) si sono piazzate tra le prime 50 delegazioni d’Italia, tra le 1500 presenti su tutto il territorio nazionale.
Da segnalare anche Aci Altopascio che al 31 dicembre aveva registrato un +6,1 per cento con 834 soci, Aci Castelnuovo di Garfagnana con +22 per cento (690 soci) e Aci Querceta, una delle ultime nate, che in un anno ha totalizzato 259 nuovi associati, a conferma dell’utilità di un ufficio Automobile Club in questa zona.

Il 38° Rally del Carnevale entra nel vivo: iscrizioni aperte da oggi, mercoledì 12 gennaio

Con l’apertura delle iscrizioni – dalla giornata odierna, mercoledì 12 gennaio – il 38° Rally del Carnevale è entrato nella sua fase più vivace, quella che accompagnerà i protagonisti all’accensione dei motori, sabato 5 febbraio, con la Versilia a salutare l’avvio della stagione rallistica italiana. Grande, il fermento alimentato dall’ufficialità del ritorno del “Carnevale” alla versione notturna: una scelta che ha garantito ad Automobile Club Lucca ampi consensi tra praticanti ed appassionati, regalando nuovamente al confronto il fascino che l’ha contraddistinto negli anni. Un rinnovato impegno, quello dell’istituzione automobilistica, condiviso in co-organizzazione con Laserprom 015 a conferma della bontà di una comunione d’intenti che – dopo anni di assenza – ha restituito la gara al calendario nazionale. Le procedure di iscrizione rimarranno aperte fino all’intera giornata di mercoledì 26 gennaio.

La gara: tre prove speciali, otto passaggi, cinquantasei chilometri di agonismo.

Tre, le prove speciali che – nella notte tra sabato 5 e domenica 6 febbraio – catalizzeranno l’attenzione dei protagonisti, mettendo alla prova le loro energie mentali e fisiche sui chilometri di “Loppeglia”, “Orbicciano” e “Stiava”, da percorrere fino al raggiungimento di cinquantasei chilometri cronometrati. Due “giri di speciali” completi ed una fase finale che punterà i riflettori sulla ripetizione delle sole “Orbicciano” e “Stiava”: questi i contenuti attraverso i quali Automobile Club Lucca garantirà al Rally del Carnevale il ritorno al format che lo ha reso celebre, con la notte assoluta protagonista di un appuntamento che già si preannuncia di alto profilo e che vedrà il supporto operativo di Lucca Corse. Il Rally del Carnevale vedrà rispettate tutte le procedure previste per il contrasto alla diffusione del virus Covid-19, come predisposto dal protocollo nazionale Aci Sport.

Massarosa, Viareggio, Pescaglia e Camaiore al centro del primo appuntamento della stagione italiana.

Sarà Lido di Camaiore ad abbracciare il quartier generale della manifestazione, con gli spazi messi a disposizione dall’hotel Bixio adibiti a direzione gara e sala stampa. Piazza Provenzali, a Massarosa, sarà invece “teatro” della partenza (in programma allo scoccare della mezzanotte di sabato 5 febbraio) e di arrivo, previsto alle ore 9.35 dell’indomani. Lo stesso comune accoglierà tre riordinamenti, tutti affidati agli ampi spazi messi a disposizione dal punto vendita Conad mentre, in via del Brentino, saranno “di scena” le operazioni di parco assistenza, con le vetture che – in due diverse occasioni – vedranno i protagonisti esprimere le tattiche di gara supportati dalla professionalità dei rispettivi team. All’appello – come tradizione vuole – non poteva mancare Viareggio, con Piazza Maria Luisa che vedrà le vetture sfilare in occasione di un “controllo a timbro”, ambientato nello stesso scenario che per molti anni ha contraddistinto la manifestazione. A livello agonistico, il primo approccio del territorio con la gara sarà su una porzione di chilometri della prova speciale Stiava, teatro dello shakedown – il test con vetture da competizione – in programma nel pomeriggio di sabato.

Il programma di gara è disponibile sul sito ufficiale della manifestazione, all’indirizzo www.rallydelcarnevale.it.

Rally del Carnevale da amarcord

Ricalcherà le linee tracciate dai suoi celebri trascorsi, la trentottesima edizione del Rally del Carnevale. La gara, promossa da Automobile Club Lucca in co-organizzazione con Laserprom 015 ed in programma nei giorni 5-6 febbraio, tornerà a disputarsi in notturna regalando al palcoscenico nazionale una proposta di grandi contenuti, la prima della stagione rallistica 2022. Un ritorno al passato, quindi, valorizzando gli elementi che hanno garantito consensi alla precedente edizione, quella che ha visto l’istituzione automobilistica provinciale contribuire in prima persona al ritorno sulla “scena” di uno degli appuntamenti che ha scritto – negli anni – pagine indimenticabili della storia motoristica italiana.

Riflettori accesi da venerdì 4 febbraio, puntati sul parco assistenza ubicato in via del Brentino, a Massarosa, service aperto ai team a partire dalle ore 14,30. Nella stessa serata, sarà consentito lo svolgimento delle ricognizioni autorizzate con vetture di serie e la consegna dei documenti relativi alle verifiche tecniche, che avranno luogo l’indomani – sabato 5 febbraio – giornata che vedrà l’accensione dei motori delle vetture protagoniste, attese sui primi chilometri della prova speciale “Stiava” per lo shakedown, il primo approccio degli equipaggi con l’asfalto della Versilia.

Tre, le prove speciali che verranno percorse nella notte tra sabato 5 e domenica 6 febbraio, “Loppeglia”, “Orbicciano” e “Stiava”, ripetute fino al raggiungimento di cinquantasei chilometri cronometrati. A fare da cornice alla partenza sarà Massarosa dove – in Piazza Provenzali – allo scoccare della mezzanotte la prima vettura calcherà la pedana per poi dirigersi verso la partenza della prima prova speciale Loppeglia, in programma alle ore 1,00. Due “giri di speciali” completi ed una fase finale che punterà i riflettori sulla ripetizione delle sole “Orbicciano” e “Stiava”: questi i contenuti che decideranno la classifica elevando il vincitore alle ore 9,35 di domenica 6 febbraio, premiato sulla pedana d’arrivo di Massarosa, sempre in Piazza Provenzali. Una sinergia, quella tra Automobile Club Lucca e Laserprom 015, supportata dal punto di vista operativo dallo staff di Lucca Corse, a conferma di una comunione d’intenti in grado di garantire alla stagione rallistica italiana un ambizioso biglietto da visita. Previsti tre riordinamenti, tutti affidati agli ampi spazi messi a disposizione da Conad Massarosa, parte integrante di un appuntamento che vedrà scrupolosamente rispettate le normative vigenti in tema di contrasto alla diffusione del virus Covid-19.

Sport e territorio: un legame concretizzato grazie alla fattiva collaborazione instaurata tra Automobile Club Lucca ed i comuni di Massarosa, Pescaglia e Camaiore, a condivisione di un progetto dal format “nazionale” che vedrà l’apertura della fase di iscrizione nei prossimi giorni, non appena la federazione nazionale provvederà alla pubblicazione dei regolamenti di settore e di gara per la stagione sportiva 2022.


Il programma di gara è disponibile sul sito ufficiale della manifestazione, all’indirizzo www.rallydelcarnevale.it.

Iscrizioni Rally del Carnevale

Si comunica che le iscrizioni al 38° Rally del Carnevale apriranno non appena la Federazione Aci Sport provvederà a pubblicare i Regolamenti di settore e di gara per l’anno 2022.