ACI Lucca accende i motori della stagione 2022: 5 e 6 febbraio riflettori puntati sul 38° Rally del Carnevale

Sarà il Rally del Carnevale ad inaugurare la stagione sportiva nazionale 2022. L’appuntamento promosso da Automobile Club Lucca – con conferma del format “Nazionale”, quindi aperto alle vetture di riferimento assoluto, quelle della classe R5 – coinvolgerà le strade della Versilia nei giorni 5 e 6 febbraio. Una collocazione temporale, quella legata alla trentottesima edizione del confronto, che ha garantito all’appuntamento il prestigioso onere di apertura della nuova programmazione rallistica italiana, confermando la tradizione che vuole il “Carnevale” occasione per testare le vetture in vista dell’avvio dei campionati nazionali.

 Come nella precedente e fortunata edizione – la prima che ha interessato in prima persona Automobile Club Lucca – verrà riproposta la co-organizzazione con Laserprom015 ed il supporto operativo di Lucca Corse. Una comunione d’intenti che garantirà all’evento la massima sicurezza sia in ambito agonistico che sociale, in quanto verranno adottate tutte le misure di contenimento opportune in contrasto alla diffusione del virus Covid-19.

 Viareggio, Massarosa, Pescaglia e Camaiore, questi i comuni che abbracceranno la trentottesima edizione del Rally del Carnevale, parti integranti di un progetto che fa leva sulle particolarità del territorio, elemento cardine di un evento di respiro nazionale.

Ad elevarsi vincitori della precedente edizione furono Luca Panzani ed Alessia Bertagna, su Skoda Fabia R5, protagonisti di un acceso confronto al vertice che li vide contrapposti ad Alessio Profeta (Skoda Fabia R5) e Thomas Paperini, con il pilota pistoiese al primo approccio con la Skoda Fabia R5 in versione evoluta. La “top five” venne completata da Gabriele Ciavarella (quarto su Volkswagen Polo R5) e dal grossetano Leopoldo Maestrini, anch’egli al volante di una Volkswagen Polo R5.

IL PREMIO RALLY AUTOMOBILE CLUB LUCCA VERSO IL GRAN FINALE DE “IL CIOCCHETTO”

Si preannuncia ad alta intensità, l’appuntamento finale del 16° Premio Rally Automobile Club Lucca, serie dedicata ai conduttori in possesso di licenza sportiva rilasciata dall’istituzione automobilistica provinciale, da sempre impegnata nella valorizzazione dell’attività motosportiva locale, proiettata sulle prove speciali più impegnative della toscana. Un’iniziativa che avrà sull’asfalto de Il Ciocchetto Event – in programma nei giorni 17, 18 e 19 dicembre a Castelvecchio Pascoli – il suo epilogo, presentando alla fotocellula dello “start” una situazione di assoluta incertezza in classifica, sia per quanto riguarda il confronto riservato ai piloti che a quello dedicato ai navigatori.

Reduce dal Rally di Chiusdino, penultima manche della serie, il Premio Rally Automobile Club Lucca si presenterà sui chilometri della tenuta “Il Ciocco Resort” con una classifica piloti che vede ancora leader Marco Bertonati, seppur assente nel confronto senese, con Manuel Innocenti “a punti” con la Renault Twingo, unico esemplare partente tra le Racing Start 1600. Dodici, le lunghezze di distanza tra i due competitor, con Lorenzo Bonuccelli – anch’egli assente a Chiusdino – in terza posizione provvisoria. Non potrà dormire sonni tranquilli, tuttavia, il driver versiliese, perché a soli tre punti di distanza è incalzato da Claudio Fanucchi. Un Rally di Chiusdino amaro, quello vissuto dall’inseguitore, costretto al ritiro su Renault Clio R3C quando si trovava in quinta posizione assoluta. A tre punti dal pilota lucchese, il leader tra gli Under 25 Michele Marchi, quinto di classe N3 a Chiusdino, risultato conquistato su Renault Clio RS. Tredici, le lunghezze di vantaggio tra il leader della classifica giovanile ed il primo avversario, Giacomo Franceschini, quarto nella classe A0 proposta dall’ultimo appuntamento disputato su Fiat Seicento.

Ancora più sottili le distanze espresse dalla classifica navigatori, con Simone Marchi ancora leader con un solo punto di vantaggio sull’inseguitore Simone Di Giulio. Una situazione, quella relativa al podio provvisorio, “congelata” dall’assenza di tutti e tre i principali protagonisti al Rally di Chiusdino e che vede Chiara Lombardi occupare attualmente il terzo gradino. La copilota garfagnina, in ottica femminile, dovrà però guardarsi le spalle da Tania Bernardi, distante otto lunghezze ma prima nella classifica Under 25. Per la giovane codriver, il Rally di Chiusdino ha portato in dote un solo punto, visto il ritiro condiviso con Claudio Fanucchi.

Due, le tappe proposte dalla trentesima edizione de Il Ciocchetto Event, appuntamento che assegnerà i titoli di una serie che – anche nel 2021 – ha ricalcato le linee che l’hanno elevata a livello nazionale ovvero massima incertezza fino all’ultimo chilometro e grande partecipazione.